Basket: alla Winner Plus il derby con Spilimbergo

17.02.2019 10:41 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Basket: alla Winner Plus il derby con Spilimbergo

Vis Spilimbergo-Winner Plus Pordenone 67-80 (27-12, 45-30, 55-48)

Vis Spilimbergo: Bardini 12, Fabris, Valan NE, De Simon 16, Favaretto NE, Paradiso 4, Passudetti 11, Bertuzzi NE, Bagnarol 7, Del Col, Gaspardo 9, Bianchini 8. All: Musiello

Winner Plus Pordenone: D. Galli 3, Girardo 16, Gomirato 8, De Rosa, Bobbo NE, Marzano, Truccolo 29, Nora, Piovesana 1, Muner 20. All:Spangaro

Arbitri: Penzo e Caroli

Il palazzetto di via della Favorita è stacolmo per il derby, nonostante l'ingresso a pagamento, e la metà del pubblico è pordenonese. La Winner Plus arriva alla sfida senza Mattia Galli, non ancora pronto per il rientro in campo, e di Pin Dal Pos, colpito da un forte attacco febbrile.Per i ragazzi di coach Spangaro una vittoria vorrebbe dire restare in scia di Codroipo o, per lo meno, blindare il secondo posto che i mosaicisti, con una vittoria, potrebbero riavvicinare.Nei primi due quarti la gara è un incubo per i biancorossi; la zona non riesce a contrastare i tiratori di casa, ripetutamente a segno con i tiri da tre di Passudetti, Bagnarol e Bardini. I biancorossi cercano di restare a galla con Truccolo e Girardo, ma il canestro sembra stregato. In soli 10 minuti Splimbergo ha già 15 punti di vantaggio. Nonostante gli sforzi di Truccolo e le buone iniziative di Gomirato e Girardo, la Vis non permette agli ospiti di avvicinarsi, continuando a colpire da tre, anche con il lungo Bianchini. Con il pubblico di casa in festa si arriva a metà gara sul 45-30. Per gli standard della difesa biancorossa sono un'eternità i punti concessi agli avversari.Al rientro dagli spogliatoi si assiste a tutt'altra partita. Girardo, Truccolo su assist di Gelormini, Gomirato e ancora Truccolo, confezionano in meno di 3' un parziale di 8 a zero che esalta i tifosi biancorossi e fa perdere molte certezze a Spilimbergo. I mosaicisti trovano i primi punti con i liberi di De Simon dopo quasi cinque minuti di gioco. Bagnarol e Gaspardo riportano i padroni di casa sul più 11 (51-40), poi arrivano una serie di azioni che indirizzano la gara sui binari degli ospiti: si parte con la tripla di Truccolo, arriva poi la stoppata di Girardo e, l'azione successiva, un'altro canestro da tre, questa volta di Muner. Ormai si sentono solo i tifosi pordenonesi, che esplodono al fallo di sfondamento fischiato a De Simon. La palla passa alla Winner, che ha solo 5 punti da recuperare (51-46). L'azione non porta a nulla, e arriva anche l'antisportivo per Riccardo Truccolo. De Simon mette entrambi i liberi, ma la difesa biancorossa ormai è inattaccabile per la Vis e il possesso successivo non porta ulteriori punti al team di Musiello. Muner avvicina nuovamente i suoi, il canestro di De Simon, sempre lui, chiude il quarto sul più 7 casalingo. In 10 minuti Galli e compagni hanno comunque dimezzato lo svantaggio, ma il meglio deve ancora venire. L'ultimo parziale inizia con il canestro di Muner dopo un rimbalzo offensivo, a cui risponde il solito De Simon dai liberi. In questa fase della gara la Vis si regge sul suo numero 7. L'azione successiva va a segno Girardo su assist di Muner, poi il lungo casarsese, si costruisce un altro canestro dopo aver strappato un rimbalzo in attacco. A 8 minuti da giocare il distacco è di soli tre punti (57-54). Spilimbergo non riesce più a costruire un solo tiro facile e l'aggancio arriva inesorabile con una tripla di Gelormini. Bianchini fa 1 su 2 ai liberi prima dell'altra tripla, quella di capitan Davide Galli per il primo vantaggio esterno (58-60). De Simon pareggia, ma un immenso Andrea Muner colpisce ancora da tre, imitato poco dopo da Riccardo Truccolo. A 4'30'' da giocare Pordenone conduce 66 a 60. E' ancora Muner a dare la mazzata decisiva ai padroni di casa, prima colpendo ancora da tre allo scadere dei 24 secondi, poi rubando palla e segnando in contropiede, subendo anche fallo. Il libero non va, ma ora è Pordenone a guidare di 11 punti (71-60). Gli ultimi sussulti di Splimbergo arrivano con la tripla di Gaspardo e i tre liberi concessi dagli arbitri a Bagnarol, che ne segna due. Truccolo, in piena trance agonistica, rimette tutto a posto con una bomba, poi Gomirato costringe Paradiso ad uscire per cinque falli. L'ex Mestre segna entrambi i liberi e allunga ulteriormente poco dopo cun un tap-in. Si chiude con un fallo antisportivo su Truccolo, che arrotonda ulteriormente dalla lunetta. Spilimbergo e Pordenone hanno conquistato un tempo a testa, la Winner Plus però stravince quello decisivo, con un netto 50 a 22.

Quella che si presentava come una delle trasferte più dure dall'anno, arrivata in uno dei momenti più difficili, è stata superata con una prova di carattere e di grande compattezza.

Nel prossimo turno si torna al PalaCrisafulli, contro il Don Bosco Trieste, squadra di bassa classifica capace lo scorso turno di fermare la Dinamo Gorizia. Quindi una gara da non sottovalutare