Basket: debutto casalingo con vittoria per la Winner Plus

22.10.2018 09:51 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Basket: debutto casalingo con vittoria per la Winner Plus

Winner Plus-Dinamo Gorizia 78-75 (23-14, 37-33, 62-58)

Winner Plus: Davide Galli 3, Mattia Galli 21, Girardo 19, Gelormini 11, Bobbo NE, De Rosa 2, Pin Dal Pos NE, Piccinin NE, Marzano NE, Truccolo 16, Nora, Piovesana 7. All. Spangaro

Dinamo Gorizia: Massaro, Fait Dalla Nese, Piras, Cossi 7, Federico Bullara 15, Roberto Bullara 14, Braidot 29, Bonamico, Moruzzi 4, Kos 6. All: Ardessi

Arbitri: Cotugno, Castellani

Arriva finalmente il tanto atteso debutto casalingo della Winner Plus dopo i due successi al basket day e a Udine. Ci pensa la nuova mascotte Winny ad accogliere il pubblico pordenonese; ottimo l'esordio del cagnone giallo che durante la giornata si fa conoscere girando la città in festa per Incontriamoci a Pordenone, poi intrattiene e diverte i tifosi alla partita.

E' anche il giorno della partenza dell'importante iniziativa voluta dalla società per raccogliere fondi a favore dell'Area Giovani del Cro di Aviano. Ad ogni partita casalinga di questa stagione i sostenitori troveranno un banchetto apposito dove lasciare il proprio prezioso contributo. Tornando al campo: Spangaro deve rinunciare ancora a Pin Dal Pos, a referto ma indisponibile, oltre che a Muner in tribuna. Piovesana segna il primo canestro su assist di Mattia Galli, risponde subito Braidot, che sarà grande protagonista della serata. Il numero 15 degli “all blacks” metterà alla fine 29 punti.

La Winner Plus gioca un bel primo parziale, durante il quale Girardo lotta e strappa rimbalzi nel colorato e Truccolo e Mattia Galli vanno a canestro con facilità. Buono l'impatto anche di De Rosa, autore di un canestro dopo aver conquistato un rimbalzo in attacco. Nel secondo quarto la Winner mantiene un discreto vantaggio fino a 3 minuti dall'intervallo, sul più 11 siglato da Girardo in entrata. Da lì in poi va a referto solo la Dinamo: la “famiglia Bullara” e il solito Braidot trascinano gli isontini con un parziale di 9 a 0. Alla sosta Pordenone si ritrova con soli due punti di vantaggio. Al rientro Gelormini, Truccolo e Girardo riallungano per il più sette (48-41). Il lungo di Casarsa fa male agli avversari anche dalla linea dei tre punti (2/2). La Dinamo però, ben guidata dal '99 Cossi, resta sempre incollata ai padroni di casa: i due Bullara in questa parte della gara sopperiscono ai punti di Braidot, che si è preso una piccola pausa. Ad un minuto dalla fine del terzo quarto Roberto Bullara, con una tripla, trova il primo pareggio (58-58). Truccolo risponde con 4 punti di fila che permettono a Pordenone di restare avanti. L'ultimo quarto promette emozioni, e così sarà. Subito la Winner trova 8 punti di vantaggio. Dopo il canestro di Cossi arrivano la tripla di Mattia Galli, l'unico errore dalla lunetta di Braidot (1 su 2) e i punti di Piovesana e Girardo, su bell'assist di Ricky Truccolo. Roberto Bullara accorcia nuovamente da tre (69-64 a 6'31'' da giocare). Davide Galli mette un tiro importante su assist di Piovesana. Sarà l'ultima azione per Bimbo, costretto ad uscire immediatamente dopo per cinque falli. Riccardo Truccolo ne ha quattro e Braidot lo punta spesso. L'esperto numero 15 ospite fa sette punti di fila e permette a Gorizia il nuovo aggancio. Il pubblico di casa suda freddo quando l'incubo dei biancorossi trova il primo vantaggio esterno a 2'51'' da giocare (71-73). Luca Gelormini segna una tripla pesantissima ed è più uno Pordenone a 1'49'' dalla fine. Si arriva a venti secondi dalla sirena senza che nessuno trovi più il canestro. Gorizia perde palla ed inizia a spendere falli fino ad arrivare al bonus. Gelormini massimizza con un 2 su 2 il suo primo viaggio in lunetta. A meno tre la Dinamo non riesce a trovare il tiro dalla distanza, ma solo un'entrata vincente di Braidot. Ancora fallo su Gelormini e ancora 2 su 2 per il play pordenone. Manca un decimo per le speranze degli ospiti, che però non trovano il tempo per la conclusione da tre.

Il Palacrisafulli esplode. I giocatori di casa scambiano il cinque con i loro supporters più caldi.

Gli ospiti escono tra gli appausi dei loro calorosi e correttissimi ultras.