Tiro con l’arco. Scelta a San Vito la squadra azzurra per i mondiali

07.06.2019 12:37 di Daniela Acciardi   Vedi letture
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Trecento arcieri sono arrivati da tutta Italia a San Vito al Tagliamento sabato 1 e domenica 2 giugno per la gara di Valutazione organizzata dalla Fiamme Cremisi presso il Campus Gallo Cedrone. La manifestazione era finalizzata a comporre il gruppo della Nazionale Italiana che a settembre sarà in Canada per i campionati mondiali di tiro con l’arco alle sagome tridimensionali di fauna.

Grandissimo l’entusiasmo di tutti gli atleti, accompagnati dai tecnici nazionali Fitarco. Gli esperti arcieri cremisini, che hanno allestito un campo di gara di 3 km nel greto del Tagliamento, fanno parte di uno dei pochi sodalizi in regione capaci di organizzare tale tipo di gara. Sono state infatti create ad hoc le giuste difficoltà per selezionare gli atleti più bravi. Il Tagliamento, oltre alla fauna autoctona vivente, ha ospitato un centinaio di sagome, anche sahariane come ad esempio il coccodrillo nella immagine preso di mira da Jessie Sut.

La squadra italiana

Dopo una settimana di acqua ininterrotta, due giorni di splendido sole hanno fatto da cornice alle gare. Il sestense già cremisino Jesse Sut ha svettato nella divisione Compound; il ligure Fabio Pittaluga nell’arco istintivo si è imposto sul cremisino Mario Taufer già campione italiano ’18; negli archi lunghi Long Bow il toscano Marco Pontremolesi ha vinto la sua divisione; e nell’arco nudo il piemontese Carlo Cogo ha avuto la meglio sui nazionali presenti.

Nel femminile l’emiliana Irene Franchini ha guidato la divisione Compound; l’umbra Sabrina Vannini svettava nella divisione arco istintivo. Negli archi lunghi il primato è andato alla piemontese Giulia Barbaro; e nell’arco nudo ha vinto la piemontese Stefania Coppo.

Degni di nota i tre giovani juniores Davide Goriziani Petrillo, Sari Crasnich e Matteo Venuti della società il Falcone che hanno dato il meglio nella divisione arco istintivo.

Grande soddisfazione della società per aver portato i migliori arcieri nazionali proprio a San Vito. Gli ospiti hanno così avuto modo di apprezzarla anche per la concomitanza della manifestazione Piazza in Fiore.

Le Fiamme Cremisi hanno quindi dimostrato di essere in grado di organizzare grandi eventi, “armati” di archi e frecce.