Volley: la Tinet Gori Wines Prata si sblocca e in quel di Bolzano conquista la prima vittoria stagionale

04.11.2019 13:56 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Volley: la Tinet Gori Wines Prata si sblocca e in quel di Bolzano conquista la prima vittoria stagionale

La Tinet Gori Wines sfata la maledizione e riesce a conquistare la prima vittoria stagionale nel campionato di A3. Lo fa al termine di una partita lunghissima, combattuta e tirata, riemergendo con gran carattere dopo un inizio complicato.

Cuttini fa scendere in campo Alberini in regia, Baldazzi opposto, Tassan e Miscione al centro, Marinelli e Link in banda e Lelli libero. I gialloblù iniziano contratti e con troppi errori in attacco. Alberini innesca bene i propri centri e riporta la contesa in parità: 8-8. Nuovo strappo bolzanino: 14-11. Sul 18-16 Cuttini fa entrare Galabinov per Link. L’attaccante di origini bulgare, autore complessivamente di una bella partita, risponde bene e con due attacchi, uno potente e uno d’astuzia impatta sul 18-18 e Baldazzi opera il sorpasso sul 20-19. i Passerotti però ritornano vittime delle loro imprecisioni e con 5 errori nelle ultime sei azioni permettono a Bolzano di imporsi sul 25-22. Il set perso fa aumentare le insicurezze nel campo Tinet Gori e in men che non si dica i gialloblu si trovano sotto 6-2. Lo svantaggio si mantiene costante fino al 12-8. Poi entra in scena il trio dei laterali Galabinov-Baldazzi-Marinelli e la contesa ritorna ad essere giocata in equilibrio. Bravi i ragazzi di Cuttini a mantenere i nervi saldi nel concitato finale e ad approfittare di due errori consecutivi dell’AVS che hanno permesso il 25-27 finale. Anche nel terzo parziale ci si predispone a lottare palla su palla. Miscione e Baldazzi procurano il primo ministrappo che vale l’11-13 e costringe Palano a chiamare un tempo. Al rientro Galabinov sbaglia il servizio e poi i Passerotti beccano due ace consecutivi. Controsorpasso e 14-13. Si procede a braccetto. Boesso mette a terra il 23-20 e sembra già una palla decisiva. Peccato che Baldazzi non sia per niente d’accordo: 3 punti dell’opposto e un bel primo tempo di Miscione consegnano un importante set point, autoannullato da una battuta sbagliata. Alberini cavalca il suo opposto perchè lo sente caldo, ma Alberto viene stoppato due volte a muro prima da Paoli e poi da Stoyanov e il set prende la via altoatesina: 26-24 Potrebbe esserci un crollo verticale e invece la Tinet Gori Wines reagisce con rabbia: il set si apre con tre punti di fila di Galabinov e un parziale di 2-6. Mini rientro bolzanino sul 10-12, ma poi l’armata dei Passerotti dimostra di essere una vera squadra e propizia un parziale di 1-7 nel quale tutti i giocatori mettono un punto a referto, anche Alberini con un tocco furbo: 11-19. Poi sono bravi a mantenere costante il vantaggio e a concludere con una veloce di Tassan per il definitivo 16-25 che spazza via l’antipatico “zero” in classifica. La Tinet ha però una missione da compiere e non si accontenta di un punticino. L’obiettivo è la vittoria. Si parte bene e sul 5-2 firmato Michele Marinelli (per il capitano prova di sostanza, poco appariscente, ma molto utile) costringe la panchina di casa a chiamare time out. Si gira campo sul 6-8 dopo un errore in battuta di Stoyanov. La barca gialloblù molla gli ormeggi decisa a navigare in campo aperto. Il vantaggio si dilata e Baldazzi conquista il primo match point murando Stoyanov. Poi diventa una questione di famiglia: Luca Spagnuolo De Vito annulla la prima palla incontro con un pallonetto di seconda, ma poi suo fratello Andrea, professione centrale, sostituisce Bleggi dai 9 metri e sbaglia la battuta che sigilla il 10-15 finale e la prima vittoria stagionale della Tinet Gori Wines

AVS MOSCA BRUNO BOLZANO – TINET GORI WINES PRATA 2-3

BOLZANO: Boesso 17, Bressan, Grillo (L), Held 13, Spagnuolo De Vito L. 1, Bleggi 5, Grassi 1, Brillo (L), Magalini 3, Bandera, Paoli 8, Spagnuolo De Vito A., Stoyanov 18, Gozzo 4. All: Palano

PRATA: Baldazzi 27, Calderan, Tolot, Alberini 2, Miscione 9, Tassan 5, Marinelli 15, Meneghel, Lelli (L), Rau, Vivan (L), Link 2, Deltchev, Galabinov 16. All: Cuttini

Arbitri: Usai di Cagliari e Prati di Pavia

Parziali: 25-22 / 25-27 / 26-24 / 16-25 /10-15