Volley: Maniago Pordenone, Cade il fortino PalaManiago dopo oltre due ore di partita

19.11.2019 09:15 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Volley: Maniago Pordenone, Cade il fortino PalaManiago dopo oltre due ore di partita

Cade il fortino PalaManiago dopo oltre due ore di partita. Lo fa contro un avversario forte che è stato bravo a mettere sul parquet le proprie qualità ed un’attitudine difensiva davvero encomiabile. L’occasione per rifarsi ci sarà già la prossima settimana quando le gialloverdi ospiteranno la attuale capolista ovvero le trentine di Volano che ora distano 1 punto in classifica.

Falsa partenza per le ragazze di Pasqualino Leone. Il coach gialloverde manda in campo Pesce al palleggio, Gobbi opposta, Zia e Giacomel in banda, Peonia e Gridelli al centro, Rumori libero. L’inizio è traumatico con un parziale di 1-5 sul turno di battuta di Sironi. Inizia a latitare la ricezione e di conseguenza il gioco non scorre fluidissimo. Nel campo cremonese buona prova della schiacciatrice Lucchetti, già ammirata gli scorsi anni nelle file di Verona e Montecchio. Time out sul 4-10. Leone cerca di cambiare qualcosa inserendo Gatta per Zia. Il vantaggio si dilata sull’ 8-16. Si vedono in campo anche Donarelli per Peonia e Morettin per Rumori. Ma le coltellinaie non riescono ad invertire il trend, lasciando le ospiti dominare per 15-25 

Pronto riscatto delle ladies gialloverdi!L’approccio è differente e infatti ci si porta sul 4-1 grazie all’attacco vincente di Gobbi. Nuove incertezze della seconda linea di casa fanno tornare il buio: 5-9 sul turno di servizio di Brumat. Ci pensa poi Gatta, assistita dall’ottimo servizio di Gridelli ad accorciare e poi Peonia impatta sul 12-12. Si procede sul filo dell’equilibrio fino a quando un servizio di Peonia e un bell’attacco di Giacomel creano un break: 16-14. Zia da il suo contributo in seconda linea al posto di Gatta. In prima linea invece alza la voce Gridelli: 18-15. La partita è sentita e si susseguono errori in battuta. Poi Pesce firma il punto del 20-17. Gridelli dai 9 metri infila tre ace consecutivi costringendo la panchina ostianese a chiamare un minuto di sospensione. Minuto che risulta efficace visto che la centrale di Sistiana appena rientrata sbaglia il servizio: 23-18. Si arriva al set point sul 24-19. Entra in battuta Maghenzani che piazza subito un ace: 24-20. A concludere il parziale ci pensa però Giacomel che stampa il punto 25 con una pipe al fulmicotone: 25-20 

Operazione sorpasso completata per le maniaghesi. Ad inizio parziale si procede a strappi. Gridelli con una “7” guadagna il 7-3, ma poi sono le ostianesi ad impattare sul 7-7.Le squadre procedono a braccetto. Break di 3 punti delle ragazze di Leone grazie a due errori cremonesi ed un ace di Gobbi: 19-16. Le ospiti rientrano fino al 19-18 grazie ad un ace su Zia. Gobbi ottiene in pipe il cambio palla del 20-18. Gridelli mette a segno i punti 21 e 22 a muro ed in battuta, ma poi piazza anche un errore: 22-20. Altri due falli a rete, equamente distribuiti muovono il tabellone. Poi Peonia conquista il set point del 24-21. Il primo viene annullato, ma poi ci pensa Giacomel a firmare il 25-22 finale 

A deciderla ci penserà il tie break. Ostiano fa il replay del primo set. Un orribile deja vu e in un amen si è sotto per 1-5. Sul 4-12 Leone da un turno di riposo a Giacomel e fa entrare Zia al suo posto, Si accorcia sul 9-14, ma Ostiano appare padrona del proprio destino. Sul 12-19 è Mignano ad essere chiamata a dar man forte alle proprie compagne, in vece di Gatta. Un muro di Pesce stampa il 15-22, ma poi le gialloverdi si piantano fino all’ultimo fallo, una doppia, chiamata alla regista di casa: 15-25 

Il tie break di questa partita non è stato veramente adatto ai deboli di cuore. Maniago parte meglio, portandosi 3-1 e mantenendo il duplice vantaggio fino al 7-5. Poi un paio di imprecisioni e un bell’attacco hanno consentito alle cremonesi di portarsi al cambio di campo sul 7-8. Peonia ha impattato per l’ 8-8 e l’equilibrio si è mantenuto fino al 10-10. Poi un errore in ricezione ha iniziato a far navigare in acque agitate la navicella “Maniago Pordenone” che ha visto le avversarie scappar via sul 10-13. Gobbi randella e conquista l’11-13, ma le ospiti hanno a disposizione 3 match point sull’11-14. Il primo viene autoannullato grazie ad un errore, il secondo da un muro di Gridelli. Le ragazze di Leone ci credono e fanno di tutto per riaprirla, ma subiscono un mani out nell’azione successiva. Quella che decreta il 13-15 finale e il conseguente 2-3 

VOLLEY MANIAGO PORDENONE – CSV RA.MA OSTIANO 2-3

MANIAGO PORDENONE: Rumori (L), Peonia, Mignano, Gobbi, Donarelli, Morettin (L), Pesce, Zia, Gridelli, Simoncini, Giacomel, Gatta. All: Leone 

OSTIANO: Sironi, Lucchetti, Ravera, Dalpedri, Frugoni, Ferrara (L), Bortolot, Ferrigno, Brumat, Maghenzani, Braga (L). All: Bolzoni

Arbitri: Scapinello e Salaris di Treviso 

Parziali: 15/25 – 25/20 – 25/22 – 15/25 – 13/25