Il S.Antonio Porcia alza la sua "prima" Coppa. Palomba: "Condividiamo il trofeo con tutti perchè oggi abbiamo vinto tutti assieme"

10.04.2017 15:25 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 91 volte
Il S.Antonio Porcia alza la sua "prima" Coppa. Palomba: "Condividiamo il trofeo con tutti perchè oggi abbiamo vinto tutti assieme"

Lo scorso 8 aprile si è disputata la finalissima di Coppa Italia Promozione 2016/17 nella splendida cornice dello stadio comunale di Casarsa della Delizia il super derby tutto provinciale tra le compagini dell’S.A. Porcia e il Torre. Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni (circa 900 presenti sugli spalti), con i settori giovanili delle due squadre ad accompagnare in campo i ventidue giocatori, l’S.A Porcia porta a casa la Coppa superando 2-0 il Torre grazie alle reti messe a segno dai suoi due giocatori più rappresentativi ossia Facca e Vriz.

Il capolavoro della squadra di mister 300 panchine consecutive (Tita Da Pieve era stato premiato il venerdì precedente dal pres. Palomba per i suoi 10 anni in arancionero) ribalta i pronostici della vigilia sfoderando grinta, incisività e intelligenza contro i più quotati rivali e porta a casa il suo primo trofeo della sua breve storia calcistica.

Foto gallery: clicca quì

L’ ASD S.A. Porcia Calcio nasce nel 1972, in origine col nome di Linus, poi nel 1992, come Sant’Antonio a richiamo del quartiere ed infine nel 2006 con l’attuale denominazione societaria. Dalla stagione 2015/16 e dopo la scomparsa del suo presidentissimo Angelo Brunetta, la società si è riorganizzata, con l’ingresso di nuove figure nel direttivo come Giuseppe Palomba e Claudio Lot, facendone una società a modello partecipativo.

I “Manager” Palomba e Lot assieme a Tita Da Pieve hanno compiuto un piccolo miracolo; grazie al loro entusiasmo e competenza calcistica, l’S.A. Porcia, dopo la prematura scomparsa dello storico Presidente, è riuscito, anche con l’aiuto di sponsor locali, a rimanere in piedi, a ripartire e ad essere competitivo ed a vincere addirittura la Coppa Italia in appena due anni di gestione.

La fantasia, l’entusiasmo napoletano e la competenza calcistica (Palomba) e la concretezza pordenonese (Lot e Da Pieve) hanno salvato la formazione purliliese e hanno permesso alla Società di restare a galla e a rappresentare l’importante cittadina pordenonese nel panorama calcistico regionale.

A fine match il pres. Palomba: “Onore al Torre, ostico avversario, al quale auguriamo un grande finale di campionato. Ringraziamo tutti i ragazzi del settore giovanile ed i relativi accompagnatori/genitori e sostenitori per la partecipazione in massa all’evento; vedere le tribune colorate di arancione è stata un’immensa gioia per noi. Ringraziamo mister Da Pieve e il suo staff e tutti i giocatori per la grande prestazione odierna e per averci portato finalmente a vincere un titolo. Condividiamo il trofeo con tutti i dirigenti, consiglieri, collaboratori e volontari, indispensabili per la nostra attività. Dedichiamo questa prima importante vittoria al presidentissimo Brunetta al quale siamo subentrati due anni fa e che ci ha lasciato in eredità una società forte e attrezzata. Dedichiamo questa vittoria anche a noi, che forse in questi due anni qualcosa di buono abbiamo fatto!” conclude Palomba.