Atletica Giovani, Meeting Alpe Adria: Prestazioni migliorate

 di Daniela Acciardi  articolo letto 69 volte
Libertas Porcia
Libertas Porcia

Con oltre 450 atleti/gara il 21° Meeting Atletica Insieme Alpe Adria, ultimo appuntamento del circuito regionale di Atletica Giovani 2017, favorito dal clima mite e assolato, ha sancito anche quest’anno un nuovo successo per l’organizzazione a quattro mani della Libertas Porcia e della Libertas Casarsa.

Se da un lato alcuni problemi hanno fatto portare una ventina di minuti di ritardo sulla tabella di marcia, l’istituzione dei pass per entrare nel campo di gara ha offerto agli atleti di Veneto e FVG le migliori condizioni per accrescere le proprie prestazioni nell’ultimo appuntamento outdoor su pista della stagione.

PERSONAL BEST - È stato il caso di Michael Baita (Atletica Leone San Marco) che ha guadagnato una doppia medaglia d’oro nella categoria Ragazzi nelle specialità del salto in lungo e del salto in alto, dove ha ottenuto rispettivamente 5,05m e 1,60m. I record precedenti erano di 4,86m e di 1,56m.

Bis di vittorie e personal best anche per Alice Della Bianca (Unione Sportiva Lavarianese). 4,89m per lei nel salto in lungo Cadette e 11,07s negli 80m piani.

Doppio oro anche per l’Esordiente Cristina Colussi (Libertas Casarsa), cui bastano 8,78s per i 50m ad ostacoli, mentre registra il proprio personal best di 2’07” nei 600m.

La sua coetanea Camilla Pizzutto (Runners Club Avvenire di Venezia) arriva terza nei 50 ad ostacoli con 9,59s, ma migliora di 1 centimetro il proprio salto in alto. Con 1,21m conquista infatti il primo gradino del podio.

Marco Vallar (Leone San Marco) si impone sia sui 600m (1’55”), sia nel lancio del vortex (42,78m), mantenendo praticamente invariati i propri miglior risultati.

Nei 50m ad ostacoli per gli Esordienti maschili vince Mattia Panzarin (Libertas Sanvitese), in personal best con 9,25s, come pure nei 600m, dove però i 2’10” gli valgono l’ottavo posto.

Migliora anche Veronica Pagnucco (Libertas Casarsa), titolare dell’oro nel mezzofondo Ragazze chiuso a 1’49”. Con 10,69s offre la migliore prestazione pure nei 60m ad ostacoli (6° posto), conquistati da Rachele Mezzavilla (Libertas Sanvitese), in personal best con 10,13s.

Incredibile balzo in avanti per Tommaso Bruscia (Sanvitese) nei 600m Ragazzi, dove riesce a migliorare di quasi 5 secondi e conquista la medaglia d’oro con 1’41”. 10,63m è la sua miglior prestazione nel lancio del peso, dove però ottiene il 6° posto.

Il suo coetaneo e compagno di squadra Francesco Ingegnoli supera sé stesso nei 60m ad ostacoli. Domina quindi il podio con 9,46s.

Migliore prestazione e vittoria nei 600m Cadetti per Davide De Faveri (Atletica 2000 UD) con 1’32”.

I COMMENTI - «L’unica cosa che dispiace è non aver potuto svolgere la gara nella sua sede legittima, nel campo Mario Agosti di Pordenone – ha commentato il presidente della FIDAL provinciale Ezio Rover – Il nuovo campo d’atletica è comunque in dirittura d’arrivo e l’anno prossimo certamente questa manifestazione tornerà a “casa”».

«Siamo soddisfatti della numerosa partecipazione e siamo grati all’ospitalità che ormai da tre anni ci offre la Libertas Casarsa e l’amministrazione comunale – fa presente Mara Introvigne, presidente della Libertas Porcia – Speriamo finalmente l’anno prossimo di poter “levare il disturbo”».

Arriva pronta la risposta del presidente della Libertas Casarsa Adolfo Molinari: «Al di là degli scherzi, si tratta di un’amicizia che dura da oltre 30 anni e siamo felici di essere d’aiuto e di mettere a disposizione la nostra struttura, anche ad esempio per il progetto con le scuole insieme alla FIDAL provinciale, ma non solo. Diamo spazio agli allenamenti dell’esercito e come agli amatori».

«L’amministrazione comunale è sempre vicina allo sport in tutte le sue manifestazioni. – aggiunge il sindaco di Casarsa Lavinia Clarotto – Abbiamo la fortuna di avere un bell’impianto e le associazioni che vogliano usufruirne, a maggior ragione per eventi di questa portata, sono le benvenute».