Bike & Run: Santini bissa l’oro alla 2° prova del Friuli Mtb Challenge

Vincenzo Crocco 11° alla Granfondo Segafredo Città di Asolo.
La sezione run ha invece partecipato con successo alla Corri Trieste
16.04.2018 17:56 di Daniela Acciardi  articolo letto 160 volte
APD Rigel
APD Rigel

Riconferma l’oro Stefania Santini dell’APD Rigel, che domenica 15 aprile ha partecipato alla seconda tappa del Friuli Mtb Challenge, cioè la 9a edizione della Mtb Valle Zignago-Laguna di Caorle.

La Santini, quarta assoluta fra le donne, termina in 2h 17’ 48” i 65 km di gara, per lo più pianeggiante che dal centro cittadino di Concordia Sagittaria ha permesso di visitare la zona privata di Valle Zignago. Un ottimo inizio, benché dovrà affrontare altre 7 prove per aggiudicarsi il circuito.

Insieme alla campionessa, a godere dei lunghi single track anche tecnici c’era anche il compagno di squadra Andrea Piras. Il figlio di Andrea, Matteo Piras ha preferito invece l’Ecopedalata di 30 km. Partito sempre dal centro cittadino di Concordia Sagittaria, ha attraversato l’oasi di ripopolamento del “bosco delle lame” a Sindacale. Dopo una breve sosta con cicerone ha fatto rientro a Concordia.

Sempre in Veneto, ma per la Granfondo Segafredo Città di Asolo, si è recata l’altra falange di bikers rigelini, questa volta sulla bici da corsa. In una gara durissima, con percorso circolare di 105 km con un dislivello totale di 2.000 m, Vincenzo Crocco può anche vantare l’11° posto di categoria, in una manifestazione che ha raccolto la bellezza di 900 atleti. Termina la sua gara in 3h 07’ 58,50”. Fa un figurone anche Gianni Iasci che con 3h 28’ 39,70” si attesta nella metà alta della classifica.

Se sulle due ruote gli eroi alati hanno fatto successo, sulle due gambe non sono da meno i runner. Sempre domenica, i magnifici quattro Francesco Ferrante, Salvatore Ferrante, Francesco Caputo e Gaetano Natale si sono spinti in quel di Trieste per la 10 km di Corri Trieste.

La maestosa piazza dell’Unità d’Italia ha accolto per primo Gaetano Natale, che ha terminato le sue fatiche dopo 52’ 39,456”. Lo seguono entrambi i cugini Ferrante giunti praticamente insieme. Francesco con 54’ 32,084” precede di soli 15 secondi Salvatore. Di lì a poco giunge anche Francesco Caputo totalizza 55’ 07,445”.

Sarà stato per l’incantevole cornice, o per la finalità solidale, ma Avella Eleonora ha preferito partecipare in solitaria alla 40a edizione di Su e Zo per i Ponti a Venenzia. La passeggiata solidale ha visto la partecipazione di oltre 10.000 atleti in giro per i calli della Serenissima. In questo modo anche l’APD Rigel ha contribuito al ricavato che quest’anno sarà devoluto alla comunità salesiana di Iauaretê in Amazzonia, Brasile.