Run & Triathlon. Minitriatleti cremisini primi in Sicilia; Bianchet 4a a Venezia

08.11.2018 08:22 di Daniela Acciardi  articolo letto 134 volte
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Le condizioni meteo avverse non hanno intimidito i temerari delle Fiamme Cremisi, che invece si sono dati da fare a portare la bandiera dell’Aquila col Tridente in lungo e in largo per il bel paese, ma anche all’estero, sia nella sezione podismo che in quella del triathlon.

Cominciamo con il podismo. Una buona compagine domenica 28 ottobre ha infatti piantato la bandiera cremisi alla Maratonina di Lubiana. In una manifestazione che ha contato oltre 4.000 partecipanti provenienti da tutta Europa, si sono fatti onore Piergiovanni Furlanis, con lo straordinario tempo di 1h 37’ 24”, Daniele Morassutti, con 1h 42’ 7” e Ivan Zanetti, con 1h 45’ 57”. Tutti e tre sono riusciti a terminare nella parte alta e altissima della classifica. In gara troviamo anche Beniamino D’Italia, che comunque si fa onore terminando senza problemi in 2h 17’ 40”. Grande merito in particolare anche alla new entry Tiziano Piccolo, in terra straniera alle prese con la sua prima mezza maratona.

Non sono mancate le donne, che come sempre hanno portato in alto la bandiera cremisi. Erano infatti in gara Barbara Bertoia, Marta Bianchet e Tiziana Bertoia.

Contemporaneamente, Alessandro Avoledo, Luciano Martinelli, Daniele Farenci, Marco Milani, Daniele Bellitto, Giuseppe Rinaldi Simone Bortolussi partecipavano invece alla maratona.

Ma il coraggio, la determinazione e l’impegno sono di casa alle Fiamme Cremisi. Non sono stati pochi infatti gli altri “capitani coraggiosi” a mettersi alla prova con la 33a edizione della Huawei Venicemarathon.

Ma la pioggia non ha risparmiato la città della Serenissima, e oltre ai 42 km, migliaia di podisti hanno dovuto fare i conti con disturbi non solo dall’alto, ma anche dal basso. L’acqua ha infatti imperversato per gran parte della gara, seppur al momento della partenza un timido sole aveva illuso gli ignari partecipanti. Il percorso è stato deviato e allungato a causa dell’inagibilità di Piazza San Marco. Peccato che l’impietosa laguna ha mantenuto in serbo, proprio negli ultimi due km, un finale nell’acqua alta.

Non stupiscano dunque i tempi elevati, frutto comunque di chi è riuscito a portare a termine una gara più adatta agli anfibi che agli umani.

Daniela Bianchet riesce comunque a piazzarsi ai piedi del podio, con un più che sudato 4° posto di categoria, e 17° in assoluto… seppur con 3h 22’ 17”: un crono che avrà certamente occasione di migliorare. Si fa coraggio da sola e nota: «Noi che facciamo sport all'aria aperta dobbiamo mettere in conto che possiamo trovare anche brutto tempo o troppo caldo. Se poi scegliamo Venezia, dobbiamo mettere in conto anche l'acqua alta! – E conclude –. Come dice il mitico Aldo Calandro, in arte Aldo Rock, il mio motto è “non ci sono condizioni sfavorevoli ma solo uomini arrendevoli”».

A farle compagnia, in questo caso nella cattiva sorte, c’erano anche Raimondo Ordano, Nicola Vettorato, Franco De Colle, Massimo Lukovic, Luca Cesco e Gino Tonellotto. Luisa Corradini ha condiviso l’esperienza ma solo per una parte, poiché ha partecipato alla 10 km.

Dall’alto Adriatico, al basso Jonio. Giovanni Angelo, sempre domenica, si è fatto invece onore alla 7a Maratonina Blu Jonio a Riposto in provincia di Catania. Ottima la sua performance che gli garantisce l’entrata nella top15 di categoria: 1h 26’ 2”.

La sezione triathlon vede in gara soltanto le nuove leve, che però riescono a portare a casa grandi risultati.

Vincono infatti senza mezze misure Alessandro Rizzo e Giulia Rizzo, primi rispettivamente nella categoria Esordienti e nei Minicuccioli dell’11° Triathlon Sprint associato al Memorial Roberto Miceli, svoltosi a San Vito Lo Capo in provincia di Trapani.

Contemporaneamente, altre due giovanissime cremisine, si difendono alla grande al Triathlon KIDS Città di Tirrenia. Si tratta di Rachele e Gaia Corlianò. La prima porta a casa un 5° posto nella categoria Cuccioli con 6’ 1’; la seconda l’11° fra le Esordienti con 12’ 09”.