Run. Cremisini di corsa in Veneto, Toscana e Thailandia

25.12.2019 11:22 di Daniela Acciardi   Vedi letture
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Neanche il freddo riesce ad arginare l’energia delle Fiamme Cremisi, che durante la settimana prima delle vacanze hanno dimostrato ancora una volta che il loro motto “sport fino alla frenesia”, non è un modo di dire, ma un modo di fare.

Cospicua la presenza di aquile col tridente a Cittadella (PD), il 15 dicembre scorso, per la 14ma edizione della Maratonina della Città Murata-Memorial Lino Pasquale, che ha visto la partecipazione di oltre 3.200 atleti provenienti da tutta Italia.

Il primo cremisino a tagliare il traguardo è stato il “decano” Calogero Fabrica. Con l’ammirevole tempo di 1.31.48, è salito sul podio aggiudicandosi il terzo posto di categoria (SM60).

Lo hanno seguito, a breve distanza, Daniele Farenci (1:33:05), Marco Milani (1:35:39, secondo best time in due gare consecutive), Ivan Zanetti (1:38:25) e Andrea Pavan (1:38:50). Distanziati di poco, sono giunti a destinazione Marco Lo Storto (1:40:45), Giuseppe Rinaldi (1:46:41) e Gino Tonellotto (1:54:42). Unica cremisina presente alla gara, Mara Armellin, ferma il cronometro sul tempo di 1:58:58, seguita a ruota da Beniamino D’Italia (2:02:28) e Paolino Giacomini (2:03:59).

Nella stessa giornata, la portentosa cremisina Daniela Bianchet ha tenuto alti i colori delle Fiamme Cremisi partecipando alla XXIa Cetilar Run- Maratona di Pisa, con un ottimo tempo di 3.32.51. La competizione, tenutasi nella splendida cornice della famosa città toscana, ha visto la partecipazione di oltre 3.000 iscritti provenienti da svariati paesi europei.

L’ultima competizione dell’anno ha visto l’aquila tridentina presente nella lontana Thailandia. Il 22 dicembre scorso, infatti, il cremisino Andrea Vadori ha partecipato alla 14ma Muang Thai Chiangmai Marathon, sulla distanza dei 21 km. La gara, che ha visto la partecipazione di oltre 8.000 atleti provenienti da 62 diversi paesi del mondo, si è svolta a partire dalle ore 4 del mattino, con una temperatura di ben 22 gradi e ha visto gli atleti tagliare il traguardo davanti allo splendido monumento di King Naresuan. Il cremisino Andrea Vadori ha terminato la sua gara con un pregevole tempo di 1:54:00.

Perché per i cremisini Natale è Natale, non importa in quale parte del mondo, ma sempre con le scarpette ai piedi.

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO