Run e triathlon. Oro e argento per le Fiamme Cremisi, a pioggia battente

14.09.2019 12:33 di Daniela Acciardi   Vedi letture
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Pienone di gare anche questo fine settimana per gli irriducibili delle Fiamme Cremisi, che riescono a portare a casa una medaglia d’oro ed una d’argento, dal Piemonte alla Puglia.

Spostandoci da nord a sud, si parte l’8 settembre per la 12,195 km – Palazzina di Caccia di Stupinigi a Nichelino, in provincia di Torino. La gara, condizionata dall’umidità che ha reso il terreno viscido e scivoloso nei tratti sterrati, è stata presa di petto da Marco Rosazza Mina Gianon. La terza tappa della Maratona Reale ha visto quindi il cremisino piemontese tagliare il traguardo comunque con il buon tempo di 1h 6’ 10”.

Non si sono potuti invece lamentare per l’acqua gli eroi che intanto affrontavano l’Aquaticrunner Grado-Lignano. La competizione di swim-run prevedeva infatti ben 19 transizioni fra nuoto e corsa, per un totale di 6,3 km di nuoto e 26,7 km di corsa. Fra i 275 atleti selezionati per titolo, qualificazione o perché finisher dell’edizione precedente, c’erano Franco Parma, Simone Ius e Nicola Vettorato.

Il mare mosso e il terreno bagnato durante le frazioni di corsa ha purtroppo impedito a Nicola Vettorato di portare a termine la missione. Ci sono invece eroicamente riusciti Ius, 9° di categoria con 3h 37’, e Parma, con 4h 17’ 22”.

Una buona compagine di cremisini stavano invece piantando bandiera alla 6a Bibione Run. La pioggia battente non ferma Giandomenico Sartor, che si piazza primo di categoria con 2h 16’ 12” nella 20 miglia. Dietro di lui, sempre nella top10, Alessandro Avoledo (8° con 2h 38’ 26”). E poi Cristian Savian (2h 52’ 15”) con Giuseppe Rinaldi (2h 54’ 29”). Ottime le prestazioni, anche sulla 10 miglia: Daniele Farenci (1h 10’ 57”) e Roberto Toffoli (1h 17’ 48”).

Un’altra medaglia arriva invece da Bologna, per la Run Tune Up – Bologna Half Marathon. Calogero Fabrica sale infatti sul secondo gradino del podio chiudendo la mezza maratona in 1h 32’ 7”; lo segue Giacomo Piolatto con 1h 57’ 42”.

Un po’ più in là, a Cesenatico, il giorno prima andava invece in scena Christian Spadoni nel Triathlon Finish Line 7-8 settembre 2019. L’aquila con il tridente ottiene uno splendido tempo di 1h 13’ 39”.

La carrellata di successi si chiude quindi nel tacco di Italia, per la V Stradynamyka – 10a Prova Corripuglia 2019 3° Memorial Vito Preziozo & Nino Danisi.  Dalla Puglia con furore, Pasquale Zucaro ottiene 33’ 22” per terminare 9,5 km, mentre Yosief Goitom Ghedlu giunge poco dopo in 34’ 7”.