Run. Le Fiamme Cremisi invadono Italia ed Europa. Vignandel oro a Muzzana

12.04.2019 18:59 di Daniela Acciardi   Vedi letture
Fiamme Cremisi
Fiamme Cremisi

Un fine settimana di maratone – e non solo – per le Fiamme Cremisi, che sabato 6 e domenica 7 aprile hanno girato in lungo e in largo lo stivale – e non solo – per offrire ovunque grandi prestazioni e generosi piazzamenti.

Bissa il successo anche alla seconda tappa di Coppa Friuli la sempre in forma Eva Vignandel. La Lupanica Race di Muzzana del Turgnano premia la cremisina con un’altra medaglia d’oro ed un altro 4° posto assoluto. Riesce a chiudere i 10 km, quasi interamente di sterrato in soli 40’ 40”.

Rimane nei paraggi anche Luciano Martinelli, che attraversa giusto il confine regionale per recarsi a Mira di Venezia. Si è infatti tenuta lì la XXII Dogi's Half Marathon. In una gara con oltre 1.600 partecipanti riesce a realizzare un tempo da capogiro di 1h 41’ 15”.

Percorrono tutta la Pianura Padana invece Marco Lo Storto e Massimo Lukovic. Raccolgono così onori alla Generali Milano Marathon 2019. Su quasi 7.000 partecipanti riescono a rimanere nella parte alta della classifica, tutti e due restano sotto le 4 ore. Il primo realizza precisamente 3h 54’ 02”, il secondo 3h 58’ 58”.

Fra gli oltre 2.600 corridori, piantano la bandiera cremisi alla Half Marathon Firenze Andrea Lazzara, Adrea Pavan e Richard Tramontin. Superano gli appennini per offrire prestazioni superbe. Lazzara chiude in 1h 32’ 58”, Pavan in 1h 36’ 58”, e Tramontin con 1h 39’ tondi, rimanendo tutti e tre fra i primi 600 piazzamenti.

Oltrepassa il Rubicone e marcia su Roma per la maratona che ha accolto addirittura 10.000 podisti una nutrita compagine color cremisi. Danno così grande prova di sé Alessandro Avoledo (3h 42’ 10”), Daniele Bellitto (3h 59’ 46”), Simone Bortolussi (4h 05’ 13”), Giuseppe Rinaldi (4h 10’ 11”), Giacomo Piolatto (4h 37’ 25”) e Paolino Giacomini (4h 42’ 15”).

Ma c’è chi si è avventurato al di là delle Alpi, fino ai Paesi Bassi. Marta Bianchet e Piergiovanni Furlanis non si sono lasciati intimidire dagli oltre 16.000 (già, 16.000!!!) partecipanti alla Rotterdam Marathon. La Bianchet ferma il crono a 3h 41’ 58”, mentre Furlanis a 3h 52’ 51”… Perché le straordinarie performance delle Fiamme Cremisi non conoscono confini.

Clicca qui per vedere il video con tutte le foto