Calcio a 5: Martinel Pordenone C5, Argentieri preparatore atletico della 1° squadra

20.09.2019 09:03 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Calcio a 5: Martinel Pordenone C5, Argentieri preparatore atletico della 1° squadra

Non solo volti nuovi tra i giocatori, ma anche un nuovo ingresso nello staff neroverde: lui è Francesco Argentieri (nella foto), laureato in Scienze dell'attività motoria e sportiva (facoltà di medicina e chirurgia), oltre che diplomato in Medicina Osteopatica e con un master in Osteopatia Biodinamica. Da quest'anno preparatore atletico della nostra prima squadra. Attualmente ricopre anche il ruolo di Osteopata e preparatore atletico della squadra di pallavolo femminile di serie B1 di Pordenone - Maniago, mentre in precedenza lo è stato della squadra di pallavolo femminile di serie A2 di San Vito dei Normanni e della squadra di calcio a 5 Ostuni C1.

A queste esperienze si aggiunge anche quella al fianco di Fabio Fognini (numero 1 del tennis italiano) in preparazione del torneo ATP di San Pietroburgo di settembre 2018.

"Come in tutti gli sport il mio ruolo è fondamentale." - commenta Francesco - "Grazie alla mia formazione ed esperienza, riesco a dare al mister ed ai calciatori gli strumenti più adatti per arrivare alla partita nel miglior stato di salute possibile, affinché ci sia il massimo della performance."

E sull'importanza della preparazione atletica, in particolare nel calcio a 5, non ha dubbi:

"Ogni sport ha le sue peculiarità, i suoi gesti, le sue abitudini. La metodologia dell’allenamento è molto varia, l’importante è adattarla allo sport ed ai calciatori."

Francesco, entrato in punta di piedi nel gruppo da solo un mese, ha da subito instaurato un rapporto di grande intesa e fiducia con gli altri membri dello staff tecnico ed i giocatori, per molti dei quali la "sua" metodologia è nuova:

"Cerco di far capire ai ragazzi che se stanno bene in settimana e lavoriamo con un certo criterio possono dare il loro meglio in partita. Si sono messi subito a disposizione, ogni tanto qualcuno borbotta ... ma è normale!".