Lo Zoom di M. Mazzarella: "Il Pordenone non è a caso primo in classifica"

04.12.2018 09:14 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 310 volte
Lo Zoom di M. Mazzarella: "Il Pordenone non è a caso primo in classifica"

I Ramarri superano anche lo scoglio di Bolzano.

La partita non era facile, anche perché tutti dimenticano che il Sudtirol l’anno scorso è arrivato 2° e nella partita precedente partita  aveva rifilato 4 goal al Vicenza, che è una delle favorite per la B (Vicenza che ha battuto a sua volta sabato la Ternana per 2 a 0).

Bravo Tesser che sta utilizzando le sue punte al meglio; sabato è rientrato Germinale e ha fatto subito goal, come in precedenza, e come lui Magnaghi in altre partite.

La Forza del Pordenone in questo momento è data non solo dai titolari, ma anche e soprattutto da quelli che siedono in panchina (Florio, Damian, Germinale, Magnaghi, Bassoli e Gavazzi). Poche squadre hanno una panchina come quella del Pordenone, magari qualcuna è più forte negli 11 che scendono in campo (poche forse Ternana, Feralpisalò?), ma non sulla panchina; se dovesse arrivare una punta, magari come lo “Spilungone” di cui non faccio nome (importante specie per le partite casalinghe), penso che sarebbero dolori per tutti!

I Ramarri, poi, hanno un uomo in più, che si chiama Tesser, concreto, serio, esperto, capace di cambiare la fisionomia della squadra in corsa.

Direi, per concludere, che il Pordenone non è a caso primo in classifica.

Solo un mercato di gennaio fantascientifico per Monza, Vicenza, Feralpisalò e Ternana può tagliare fuori i Ramarri dalle prime 3 posizioni.

Aspettiamo, quindi, gennaio.

L’importante è ora tenere i piedi ben piantati per terra! Umiltà, sacrificio e spirito di gruppo!

Alla prossima.

Avv. Maurizio Mazzarella