Pordenone Calcio - Dario Rosolen: “Il Sogno Continua” la prossima tela da donare ai Ramarri...

20.05.2019 15:00 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Pordenone Calcio - Dario Rosolen: “Il Sogno Continua” la prossima tela da donare ai Ramarri...

Dario Rosolen, classe ’49, ex titolare del negozio “Ortofrutta Stadio” nei pressi dello Stadio Bottecchia, oggi pittore astrattista figurativo è uno dei tifosi storici del Pordenone Calcio. Ha visto i Ramarri in tutte le serie, dalla C fino alla caduta in 1° Categoria e alla successiva risalita che li vede oggi di nuovo in serie C promossi per la prima volta in serie B. E' stato anche premiato dalla società neroverde come famiglia con il maggior numero di abbonamenti sottoscritti.

Spesso trae ispirazione proprio dal Pordenone Calcio a cui ha già realizzato alcune opere.

“Il sogno continua” è il titolo del quadro che hai donato al Pordenone Calcio. Ci avevi visto bene Dario?

Dopo la rabbia di Firenze, nella sfortunata e forse pilotata semifinale con il Parma, ho voluto creare su tela questo mio sogno che oggi sogno piu' non è! Siamo in serie B. La tela vuole raccontare e ripercorrere il percorso fatto dalla società e dalla famiglia Lovisa con in primis Mauro passando dalla promozione dall'Eccellenza alla serie D, al titolo di Campione D'Italia di serie D fino alla promozione in serie C e con oggi finalmente in serie B.

Cosa significa per un tifoso come te questa storica promozione in serie B?

Per me e per tutti i tifosi che vivono la passione per il Pordenone calcio deve essere solo motivo di orgoglio. La promozione in B è una crescita per tutti: per me, per i tifosi e soprattutto per la città. La Società è diventata grande e noi non saremo da meno!

La serie B si giocherà al Dacia Arena. "Aspettando l'inizio" ritrae i tuoi 40 anni di Bottecchia. Ti dispiace non essere piu' al tuo storico posto?

Vero! "Aspettando l'inizio" rappresenta il Bottecchia visto coi miei occhi e tutti gli anni passati sugli spalti, nel mio affezionato posto, ma non 40 bensì 64. Al Dacia Arena, per me stadio Friuli, sono già andato a fare un sopralluogo e tranquillo, ho già scelto il posto dove sostenere i Ramarri nella loro prima storica apparizione in serie B. Io e mia moglie Maria saremo sicuramente abbonati. Sabato, nell'ultima ufficiale al Bottecchia contro la Juve Stabia, senz'altro mi scapperà una lacrima ma mi piace pensare di poter chiudere in bellezza alzando la Super Coppa.

Cosa sogni in futuro per il Pordenone Calcio...

Intanto di essere competitivi il prossimo anno e mantenere la B. Poi che si faccia uno Stadio in città perchè il Pordenone è di Pordenone. Inoltre mi auguro che qualche industriale avvicini finalmente questa Società che non finirò mai di ringraziare per le grandi emozioni che ci sta regalando a partire dal presidente Lovisa in giu'...

Concludo invece con il mio sogno: "Il sogno continua" la tela che celebrerà la promozione in serie A e che appendero' nel nuovo stadio di Pordenone.