Magnathon, Premiati il gruppo più numeroso, il più giovane e i più stagionati

 di Daniela Acciardi  articolo letto 173 volte
Polisportiva Villanova
Polisportiva Villanova

Erano circa 150 i podisti appassionati di buona cucina che hanno girato per le strade del centro di Pordenone a caccia dei ristori più buoni del mondo per partecipare alla 2a Magnathon, organizzata dalla Polisportiva Villanova Libertas con la collaborazione del progetto Genius Loci, l’appoggio della Libertas provinciale e il patrocinio del Comune di Pordenone.

I migliori ristoranti del capoluogo hanno partecipato alla corsa più gustosa mai pensata. La gara è partita dal Palazen, per portare i golosi verso Al Campanile, dove tutti hanno ricevuto i primi assaggi. Hanno proseguito alla volta della prosciutteria Dall’Ava Martin, il Bar BaccoLa Pecora Nera, l’osteria Il Burchiello, il ristorante Da Cico, il bar Portorico, l’enoteca Alle MuraAl Boccondivino, per finire alla Pizzeria Blue Inn.

Al termine della gara lunga 6 km, con lo stomaco pieno e la coscienza pulita per aver smaltito oltre che mangiato in abbondanza, al Palazen si sono svolte le premiazioni ufficiali.

Primo classificato come gruppo più numeroso Il Campanile, secondi Alle Mura e terzi I Guerrieri. Il premio per i più stagionati è andato a Marisa Veneruz fra le donne e a Luigi Mascarin, che conferma il titolo dell’anno scorso, fra gli uomini. Il più giovane è stato invece Ilario Pasut che ha corso tutta la gara in braccio alla mamma.

Infine sono stati incoronati il re e la reginetta, miss e mister Magnathon, accuratamente scelti dall’insindacabile giuria popolare per l’indiscutibile valore estetico apportato alla manifestazione.