Calcio Alleanza, un progetto che funziona

Chions, Condor, Fagnigola e Pravisdomini formano un’entità comune a livello giovanile
08.06.2019 09:47 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Calcio Alleanza, un progetto che funziona

Gestire assieme un unico settore giovanile, che raggruppa le categorie Esordienti, Giovanissimi e Allievi, per creare un percorso formativo comune con l’obiettivo di costruire un bacino da cui il Chions possa attingere sia per quanto riguarda la prima squadra sia per quanto concerne gli juniores: è questa la finalità portata avanti dal progetto “Calcio Alleanza”, nato nel 2017 dalla volontà di Condor, Pro Fagnigola e Chions a cui si è aggiunto nel 2018 il Pravisdomini.

I risultati dell’accordo, stipulato sulla base di un arco temporale di tre anni, è stato presentato nella sala “Don Raffaello” dell’oratorio Don Bosco di Azzano Decimo alla presenza dei dirigenti delle quattro società coinvolte e degli amministratori locali, tra cui gli assessori allo sport di Chions e Azzano Decimo, Luca Molinari e Lucio Caldo, e l’assessore al patrimonio e al commercio di Pravisdomini Alessio Zoia. Nella stagione 2017-2018 il progetto è stato capace di allestire quattro squadre (una di Esordienti e tre di Giovanissimi) per un totale di 70 calciatori.

Nell’annata agonistica appena terminata Calcio Alleanza ha schierato sei formazioni (una di Allievi, 2 di Giovanissimi e 3 di Esordienti) per un totale di 110 atleti. Ottimi i traguardi raggiunti: un secondo posto per gli Allievi e il titolo provinciale per le società pure dei Giovanissimi, con la ciliegina di 7 atleti convocati nelle rappresentative provinciali. Nel 2019-2020 i team che scenderanno in campo saranno 7 (2 di Allievi, 2 di Giovanissimi e 3 di Esordienti): 130 calciatori in tutto.

Numeri che testimoniano la bontà dell’idea nata due anni fa e che, a quanto hanno dichiarato i club, c’è la volontà di portarla avanti a conclusione del rapporto (fissato nel 2020). Non solo: Calcio Alleanza è e rimane un progetto “aperto”, al quale altri sodalizi possono sempre entrare a far parte per poter crescere ulteriormente e migliorare l’utilizzo delle risorse, sia a livello tecnico sia per quanto riguarda gli impianti.