Coppa Italia: Pordenone a Pescara in fiduciosa umiltà

05.08.2018 09:34 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 317 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Coppa Italia: Pordenone a Pescara in fiduciosa umiltà

Il ramarro alza l’asticella.

Questa sera (20.30) per il secondo turno di Coppa Italia dei grandi dovrà misurarsi all’Adriatico con il Pescara di Bepi Pillon, militante in serie B.

Sarà gara secca con eventuali supplementari e calci di rigore. Chi avrà la meglio avrà poi in “premio” al terzo turno il Chievo Verona di serie A il 12 agosto al Bentegodi.

Il Pescara – Attilio Tesser racconta gli avversari –, a mio avviso, è una delle migliori formazioni della serie cadetta. Squadra che ha tantissima qualità a centrocampo con giocatori come Memushaj e Brugman che potrebbero fare benissimo la serie A e in avanti ha Mirko Antonucci, classe ’99 che ha già fatto la Champions League con la Roma, oltre a Monachello, Marras e Mancuso, tanto per fare qualche nome. Noi scenderemo all’Adriatico in piena umiltà, ma credendo nelle nostre possibilità di fare il colpaccio. Lo scopo principale di questa partita – ci tiene come sempre a precisare l’Attilio - è far accumulare minuti nelle gambe dei giocatori e fare un ulteriore passo avanti nella ricerca della condizione in vista del campionato che rimane il nostro obiettivo principale”.

La sfida sarà arbitrata dal Arbitrerà la sfida dal giovane Antonio Di Martino (classe ’87), arbitro della sezione di Teramo, che sarà coadiuvato dagli assistenti Pagnotta e Rabilotta e dal quarto uomo Rossetti.