L.R. Vicenza-Pordenone, I ramarri visti da Perosa

10.02.2019 11:08 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 345 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
L.R. Vicenza-Pordenone, I ramarri visti da Perosa

I ramarri mantengono l’imbattibilità esterna anche sul rettangolo di un Menti infuocato, ma si vedono ridurre a 7 lunghezze il vantaggio sulla Triestina che al Rocco ha strapazzato (3-1) il Monza di Berlusconi e Galliani. E’ un pareggio amaro quello ottenuto dai neroverdi che all’84’ erano ancora in vantaggio grazie a uno splendido gol di testa di Candellone al 70’ sul solito cross dalla bandierina di Burrai. Amaro e fastidioso perché il pareggio di Maistrello è arrivato a causa di un’ingenuità dei ragazzi di Tesser che hanno permesso a Curcio di battere a sorpresa una punizione lanciando Giacomello. Pronto il servizio al centro per il neoentrato che di piatto, fra le statuine neroverdi, ha deviato la sfera alle spalle del sorpreso Bindi.

Per quanto hanno fatto vedere le due formazioni in campo tuttavia (il Vicenza aveva centrato anche un palo con Guerra) la divisione della posta è apparsa tutto sommato giusta. Anche al Menti, nonostante le assenze pesanti (Stefani, Misuraca e Bombagi), Tesser presenta il suo Pordenone col doppio centravanti (Candellone-Magnaghi) e con Berrettoni trequartista. La linea mediana è composta da Zammarini, Burrai e Gavazzi. Dietro Bassoli fa coppia centrale con Barison. Semenzato e De Agostini presidiano le fasce e Bindi la porta neroverde. Nella ripresa sono entrati Ciurria e Damian. CHI PIU' Leo Candellone 7.5 - Il "galletto" è tornato finalmente al gol che gli mancava da nove turni. Un'astinenza che è pesata più a lui che alla squadra. I compagni e il mister hanno infatti sempre apprezzato tutto il duro lavoro che Leo fa per il bene del gruppo. Perfetto il colpo di testa con il quale ha scbloccato il risultato.

Ora che la via è riaperta il popolo neroverde si aspetta che continui martedì con la Vis Pesaro.

CHI PIU'

CENTRALI DIFENSIVI 7 - Barison e Bassoli non hanno fatto rimpiangere l'assenza di capitan Stefani. hanno ingabbiato alla perfezione un ex pericoloso come Rachid Arma che in passato aveva sempre fatto male ai suoi ex compagni. Buona l'intesa fra i due, ottimi gli interventi e le chiusure. Peccato per la dormita in occasione del pareggio. Dormita che ha coinvolto però tutta la squadra a partire dai centrocamopisti che hanno permesso a Curcio di battere a sorpresa la punizione che poi consentirà a Maistrello di areggiare.

SUPPORTERS NEROVERDI 8 - Sentire i loro cori in mezzo a novemila tifosi biancorossi ha messo i brividi a tutti.

CHI MENO

LA DOPPIA B - Questa volta dobbiamo inserire nella colonna dei meno bravi due super beniamini dei ramarri: Burrai e Berrettoni. Non che i due abbiano disputato una gara insufficiente. Semplicemente non sono stati bravi come nelle partite precedenti. Probabilmente le loro prestazioni non eccezionali sono anche dovute al fatto che entrambi, fatti oggetto di particolari attenzioni da parte degli avversari, sono stati toccati duro nel corso della prima frazione.