Mestre-Pordenone, i Ramarri visti da Perosa

12.03.2018 09:28 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 473 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Mestre-Pordenone, i Ramarri visti da Perosa

Avevano promesso spettacolo Mauro Zironelli e Fabio Rossitto e spettacolo è stato. Certo, se l’è goduto di più Ziro che alla fine oltre agli applausi si è portato a casa anche i 3 punti. Gara dalle mille emozioni con il Mestre andato in vantaggio subito con Perna in seguito alla prima papera di Perilli in giornata nerissima. Pronto il pareggio neroverde di Misuraca (15’). L’altalena è proseguita con il nuovo vantaggio mestrino firmato da Neto, il rovesciamento del risultato con Stefani e Berrettoni e la rinascita finale dei neroarancio capaci ancora una volta di sbancare il tavolo e incassare l’intera posta. Rossitto cambia modulo per esorcizzare le difficoltà di andare a segno e schiera un 4-2-3-1 con Misuraca e Burrai a centrocampo e Ciurria, Bombagi e Zammarini alle spalle di Nocciolini prima punta.

PERILLI 5 – Simone eroe in altre occasioni, al Mecchia ha vissuto una giornata nerissima. Cominciata male subito con l’uscita assurda che ha causato il primo gol dei neroarancio e finita peggio con il quarto gol mestrino su conclusione di Fabbri apparsa nemmeno tanto insidiosa. Per l’estremo neroverde arriveranno auspicabilmente giorni migliori.

FORMICONI 5.5 – Limitato forse anche dal nuovo modulo neroverde non ha fornito il consueto apporto. Inoltre dalla sua fascia sono state originate parecchie insiedie e due gol.

STEFANI 6.5 – Un punto in più per il gol del momentaneo 2-2. Anche il capitano però fa parte di una difesa che nell’occasione ha incassato 4 gol.

PARODI 6 – Non è stato facile arginare Neto e compagni. Giulio fa quello che può.

DE AGOSTINI 6.5 – Il “vecchio” è l’ultimo a mollare. Due sue conclusioni dalla distanza avrebbero meritato maggior fortuna.

MISURACA 6.5 – Anche per Gianvito il gol vale un punto in più. Prestazione migliore delle recenti.

BURRAI 6 – Un solo lampo quando ha messo Ciurria solo davati a Favaro. Per il resto lontano dal rendimento della scorsa stagione.

CIURRIA 6 – Si è dato da fare parecchio, non sempre con sufficiente precisione.

BERRETTONI 7 – Entra e cambia la musica. L’acuto si trasforma nel gol dell’illusione.

BOMBAGI 6 – Non inizia male. Poi affonda nella palude del Mecchia.

NUNZELLA 6 – Rossitto gli ha forse trovato il ruolo giusto, esterno alto nel 4-2-3-1.

ZAMMARINI – 6.5 – Non fa mai mancare l’impegno e per questo si merita ampiamente la sufficienza.

NOCCIOLINI 5.5 – In coppia stenta, da solo davanti buca la partita. Quando vedremo quello vero?

GERARDI SV – Un quarto d’ora senza incidere.