"Passione neroverde" a cura di Sergio Bolzonello

24.01.2020 17:59 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Friuli
"Passione neroverde" a cura di Sergio Bolzonello

"Passione neroverde" rubrica curata da Sergio Bolzonello edita su Il Friuli:

“Sono convinto che, tra un mese, quando scriverò il pezzo per la prima di ritorno in casa con il Pescara, la salvezza si sarà avvicinata”, questo scrivevo su Il Friuli il 20 dicembre scorso. Oggi posso ben dire che non solo la salvezza si è avvicinata, con 35 punti in saccoccia ed il traguardo attorno ai 44 ben visibile, ma la vera notizia è che dopo quattro giornate da quell’articolo – Ascoli, Salernitana, Cremonese e Frosinone – siamo ancora, saldamente ed in solitudine, al secondo posto in classifica. Sembra un sogno, ma non lo è, perché la realtà ci parla di una società che continua a lavorare in silenzio, e bene, e di una squadra che è in salute, gioca e ha nel gruppo il vero valore aggiunto. L’abbiamo visto venerdì sera a Frosinone, dove abbiamo iniziato il girone di ritorno con una prestazione superba, alla faccia di chi continua a dire che prima o poi i neroverdi scoppieremo. Per il momento scoppiamo di rabbia per quel rigore inesistente concesso ai frusinati che ci costa due preziosissimi punti che ci avrebbero permesso, alla luce dei risultati della giornata, di consolidare o aumentare il vantaggio sulle inseguitrici.

Appurato questo, guardare solo avanti e, in tal senso, diamo un ben arrivato a Riccardo Bocalon, punta di razza, che sicuramente ci darà un contributo importante di esperienza e di goal nel proseguo del campionato. E a proposito di goal, possiamo tacere della fine del digiuno di CL27? Un bravo a Leonardo Candellone ci sta tutto, protagonista assoluto lo scorso anno, ha un po’ patito il salto di categoria, ma ha continuato a lavorare duro e i risultati si vedono.

Guardare avanti significa anche essere già con la testa al Friuli Dacia Arena, sabato 25 alle 15, per la seconda giornata di ritorno, ospite il Pescara. Proprio mentre sto scrivendo queste righe, mister Zauri ha rassegnato le dimissioni, anticipando l’esonero che era nell’aria. Troveremo quindi una squadra pericolosa oltre il proprio tasso tecnico, che è già alto, e che avrà voglia di dimostrare al nuovo mister le proprie capacità. Per quanto ci riguarda non ho dubbi che in settimana mister Tesser continuerà a “spingere” forte i ragazzi al De Marchi, consapevole di come i risultati del sabato si costruiscano durante la settimana. E anche noi tifosi dobbiamo essere in tanti con il Pescara a “spingere” i ramarri, dobbiamo essere numerosi come con la Cremonese.

Ma quanto bello è stato vederci in settemila ad urlare forza Pordenone? Un colpo d'occhio magnifico, di tifosi magnifici, in uno stadio magnifico, con una squadra magnifica. Mancano 18 giornate, 9 in casa e 9 fuori, continuiamo così, uniti, e passo dopo passo costruiamo il nostro futuro.

E infine e come sempre: “Forza Ramarri, forza Neroverdi, forza forza Pordenone.”