Pordenone Calcio: A Salò (20.30) per scrivere un'altra pagina di storia neroverde

11.05.2018 09:14 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 298 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: A Salò (20.30) per scrivere un'altra pagina di storia neroverde

I ramarri sono partiti ieri pomeriggio per Salò, dopo la consueta seduta di rifinitura, senza per altro sapere ancora se avrebbero giocato a Salò. Sono apparsi tutti in buone condizioni (solo Ciurria è rimasto a casa) e pronti per scrivere una nuova pagina di storia neroverde.

“Abbiamo fatto tutto quello che potevamo e anche qualcosa in più per arrivare pronti a questa sfida – ha detto Fabio Rossitto -. Ho ringraziato loro, il mio staff e i massaggiatori per il grande sforzo sostenuto per arrivare a giocarci la post season. Ora ho raccomandato ai ragazzi di scendere in campo con la testa libera. Abbiamo un solo risultato a disposizione, la vittoria (con il pareggio passerebbe la Feralpi per il miglior piazzamento conseguito al termine della stagione regolare, ndr), ma siamo convinti dei nostri mezzi. La squadra sta bene e ha tutte le possibilità di fare una buona prova. Giocare una gara secca è molto emozionante. Personalmente – rivela il Crociato – ho grande fiducia. Questi sono ragazzi che sanno tirare fuori il meglio di loro stessi proprio in queste occasioni”.

Fabio sottolinea la trasformazione della Feralpi.

“I leoni del Garda – dice infatti – hanno cambiato pelle durante la stagione. Ora (dopo l’arrivo di Domenico Toscano lo scorso febbraio al posto del dimissionario Michele Serena, ndr) giocano a cinque dietro. Hanno mantenuto la pericolosità offensiva e trovato al tempo stesso solidità difensiva”.

Toscano ha già portato in B Novara e Ternana e ora cerca il tris a Salò. Feralpi (47 gol fatti, dei quali 19 a firma di Guerra, capocannoniere del girone) e Pordenone (46) sono le due squadre più prolifiche del girone B.

“Loro segnano di più con gli attaccanti – Fabio evidenzia la differenza -, noi arriviamo al gol con più soluzioni. Siamo entrambi votati all’attacco”.

Nell’ultimo incrocio fra le due squadre la Feralpi ha schiantato i ramarri di Colucci al Bottecchia (3-0).

“Ero in tribuna – ricorda Rossitto -. Disputarono una grande partita. Ora tocca a noi. Sono fiducioso”.

Le incertezze sulla disputa della gara relative al ricorso del Mestre non solo hanno fatto cancellare la diretta Raisport (la gara verrà proposta da ElevenSports, diretta al Caffè Nogaredo e Bar San Quirino), ma limitato anche il numero dei supporters al seguito. Al Turina dovrebbe comunque essere presente una settantina di cuori neroverdi.

“Ringraziamo loro – riprende Fabio – e tutti quelli che ci hanno supportato nel match contro il Renate. Devono sapere che scenderemo in campo e lotteremo anche per loro”.

Dovrebbero scendere in campo Perilli fra i pali, Formiconi, Stefani, Parodi e De Agostini in difesa, Misuraca, Burrai e Zammarini a centrocampo, Berrettoni e Bombagi a supporto di Magnaghi prima punta, con Gerardi pronto a entrare per far valere la legge dell’ex.