Pordenone calcio: Attenti al rinato Vicenza

10.04.2018 08:33 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 222 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone calcio: Attenti al rinato Vicenza

Attenzione: non è un Vicenza in disarmo. Tutt’altro.

E’ questa l’impressione che deve aver tratto Fabio Rossitto dopo aver assistito al match fra la vecchia Lane e il Mestre domenica al Mecchia di Portogruaro. Se c’era una squadra che doveva vincere era sicuramente quella di Lerda.

I neroarancio, solitamente brillanti, hanno condotto in porto lo 0-0 grazie alla giornata eccezionale dell’ex Sacilese Alessandro Favaro che si è opposto alla grande alle conclusioni di Ferrari e Giacomelli. Del resto la situazione in cui si trovano i vicentini in questo momento non è certo figlia del valore della rosa biancorossa. Molti a inizio stagione davano infatti i vicentini fra i principali candidati alla promozione in serie B.

Il penultimo posto in classifica a quota 29 è probabilmente inevitabile conseguenza della perdurante crisi societaria che ha portato al fallimento e alla curatela di Nerio de Bortoli. La ritrovata vena di Ferrari e compagni nel match al Mecchia potrebbe trarre origine dalle ultime voci di speranza che si sono diffuse proprio alla vigilia del match nella città del Palladio. L’asta per l’acquisto della società è stata infatti anticipata dall’8 maggio (dopo la conclusione del campionato in corso) al 19 aprile. Qualora andasse a buon fine i giocatori avrebbero maggiori garanzie di ottenere tutto quanto spetta loro. Potrebbe essere questa una buona motivazione per dare quanto nelle loro effettive possibilità nelle ultime quattro giornate. Il Pordenone scenderebbe così al Menti proprio nei giorni amente precedenti l’asta.

Ovvio che il team di Lerda dia il massimo per impressionare favorevolmente i potenziali acquirenti. Corre voce a Vicenza che ci sarebbe più di una cordata intenzionata a partecipare. Una di questa sarebbe formata da alcuni dei componenti della vecchia Vi.Fin., affiancati da nuovi imprenditori locali.

La rinnovata speranza darà maggiore carica non solo ai giocatori, ma anche ai tifosi vicentini che convoglieranno numerosi al Menti per far capire ai “competitors” quanti sia ancora amata la vecchia Lane. Sarà questo il clima che troveranno Stefani e compagni. I ramarri dovranno essere bravi ad estraniarsi dal contesto. Dal Menti infatti non potranno tornare a casa a mani vuote se non vorranno rendere sportivamente drammatico il loro finale di stagione e mettere a rischio la partecipazione ai playoff. Rossitto, Cristante e Toffolo hanno cominciato a torchiarli già ieri.

Oggi seduta doppia alla 10 e alle 14.30.