Pordenone Calcio - Barison: "Non è finita, ci aspetta un Monza ambizioso"

15.03.2019 09:39 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Dario Perosa - Gazzettino di Pordenone
Pordenone Calcio - Barison: "Non è finita, ci aspetta un Monza ambizioso"

“Ero già felice di aver scelto Pordenone la scorsa estate, ora lo sono ancora di più”.

Sorride soddisfatto Alberto Barison quando conferma il suo attaccamento ai colori neroverdi. Ovvio che sia così perché è diventato uno degli uomini chiave di questo Pordenone capolista con 10 punti di vantaggio sulla Triestina seconda. Anche del suo arrivo, come di quello di Candellone, non tutti erano soddisfatti a inizio stagione. I soliti esperti lamentavano la mancanza di un bomber e di un centrale difensivo d’esperienza da affiancare a Stefani. Certo è stato importante l’apporto del capitano, ma se il Pordenone è rimasto a galla anche dopo l’infortunio di Mirko (lesione muscolare) ed anzi ha pure aumentato il divario dalle inseguitrici il merito è in gran parte suo.

Al suo fianco, scontata l’intesa con il capitano, hanno lavorato bene anche Alessandro Bassoli (in particolare domenica a Trieste contro un giocatore di grande valore ed esperienza come Granoche) e Alex Vogliacco, il giovane ex juventino classe ’98. Barison è arrivato al Pordenone dalla Virtus Bassano. In neroverde è stato il centrale difensivo più utilizzato da Attilio Tesser. Quello di domenica al Rocco è stato il ventiseiesimo gettone collezionato da Alberto in questa stagione. Mirko Stefani, causa principalmente per infortunio, ma anche per scelta tecnica, ne ha collezionati 23; Alessandro Bassoli 19, Alex Vogliacco 5. Fra i compagni “rivali” nessuno è andato a segno. Lui ha firmato 3 gol, a Rimini (2-2), col Renate (2-1) e con la Feralpisalò (2-2). Meglio di lui, fra i difensori, solo Michele De Agostini con 5 centri.

“Quella di domenica a Trieste – Alberto ha ancora negli orecchi la curva neroverde che a fine gara al Rocco cantava “serie B, serie B” – è stata un’esperienza fantastica coronata da una vittoria importante in una partita sentita come il derby. Ci ha portato però – cerca di mantenere l’equilibrio – 3 punti come tutte le altre sedici gare vinte precedentemente. Campionato finito? Vero che abbiamo 10 punti di vantaggio, ma mancano ancora otto partite da giocare. Allentare la tensione sarebbe imperdonabile. Ci aspettano match impegnativi, a cominciare proprio da quella di lunedì, in posticipo con il rinnovato e ambizioso Monza”.

Per la gara con la nuova società di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani la società neroverde si aspetta un Bottecchia tutto esaurito.

“Ce lo auguriamo anche noi giocatori – confessa Alberto -. A Trieste i nostri tifosi ci hanno dato grande supporto. Sono stati veramente fantastici. Speriamo che siano molti di più lunedì. Avremo bisogno di loro per aver ragione anche del Monza”.

Al Rocco al fianco di Barison c’era Bassoli. Coppia che ha praticamente annullato il temuto Diablo Granoche. Con chi vorrebbe fare coppia invece lunedì Barison per fermare anche Marchi (autore del gol che ha permesso ai brianzoli di battere in settimana il Vicenza al Menti in coppa Italia) e compagni?

“Data per scontata l’assenza di Stefani, il mister – risponde con grande modestia Alberto – ha ugualmente la possibilità di scegliere due fra i centrali che ha a disposizione. La cosa certa è che chiunque giocherà darà il massimo, come abbiamo sempre fatto tutti – conclude con orgoglio Barison - in questa fantastica stagione”.