Pordenone Calcio: battere il Pescara per difendere l'argento

25.01.2020 08:33 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: battere il Pescara per difendere l'argento

“Ho esaminato i filmati delle gare del Pescara e non ho visto una squadra in crisi. Tutt’altro: ho visto un avversario con tanta qualità, soprattutto in attacco. Dovremo dare il massimo per fare un risultato positivo”.

Così ha esordito ieri Attilio Tesser nella conferenza stampa della vigilia. Nessun rilassamento quindi anche se questo pomeriggio alla Dacia Arena (fischio d’inizio alle 15) si presenterà una squadra ben lontana in classifica dai ramarri che occupano il secondo posto con 35 punti alle spalle del Benevento di Pippo Inzaghi primo con 47. I delfini, affidati in settimana a Nicola Legrottaglie dopo le dimissioni di Luciano Zauri, occupano infatti il dodicesimo posto a quota 26. Le sviste dei signori Pezzutto (calcio di rigore fischiato a favore del Frosinone per un fallo inesistente di Gavazzi su Brighenti) e Abbatista (gol regolare non concesso al Cosenza nel match con il Crotone) hanno ridotto a una sola lunghezza il vantaggio dei neroverdi sullo stesso Crotone.

I ramarri sono chiamati oggi a fare bottino pieno per evitare il rischio di dover cedere ai calabresi il prezioso secondo posto che vale la promozione diretta in serie A. Se riusciranno ad avere la meglio sul Pescara non sarà necessario attendere l’esito del match di domani pomeriggio (inizio alle 15) allo Scida fra i pitagorici e lo Spezia. Per la sfida ai delfini saranno indisponibili solo Ciurria (in recupero dopo la botta a una coscia) e Vogliacco (problemi a un dente del giudizio). Tutti gli altri sono a disposizione, compreso Luca Strizzolo che in settimana ha accusato un leggero affaticamento muscolare.

Di certo fra i pali ci sarà Di Gregorio. In difesa rientrerà Almici. Completerà il reparto che vedrà Barison e Camporese coppia centrale e De Agostini esterno di sinistra. A centrocampo dovrebbero essere sicuri del posto Burrai e Pobega. Se a operare da trequartista sarà Chiaretti allora Gavazzi giocherà da interno destro. Se invece sarà Gavazzi a giocare dietro le punte il terzo centrocampista potrebbe essere Misuraca. Davanti ormai Bocalon si è dimostrato pronto a porre la sua candidatura. Tesser deciderà solo in mattinata chi formerà la coppia d’attacco fra lo stesso ex Venezia, Strizzolo e Candellone.

“E’ bello – ha sorriso il tecnico – avere problemi di abbondanza”.

A dirigere il match fra ramarri e delfini sarà Juan Luca Sacchi, arbitro nella mitica notte di Tim Cup del 2017 al Meazza fra l’Inter e il Pordenone di Leo Colucci che si arrese solo ai calci di rigore (4-5). Il fischietto della sezione di Macerata oggi sarà coadiuvato dagli assistenti Palermo e Grossi. Il quarto uomo sarà il signor Carrione.

La biglietteria della Dacia Arena aprirà alle 10, i cancelli dello stadio alle 13.30.