Pordenone Calcio: Bindi VS De Cenco, sfida al Druso di Bolzano

30.11.2018 09:21 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 134 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Bindi VS De Cenco, sfida al Druso di Bolzano

I ramarri hanno preparato la trasferta a Bolzano. Particolarmente di buon umore Jack Bindi che per la prima volta nel corso della stagione ha avuto la soddisfazione di rientrare nello spogliatoio per due volte di fila senza essere stato costretto a raccogliere nessun pallone dal fondo del suo sacco (2-0 a Monza, 1-0 con la Ternana, ndr).

“Sensazione veramente appagante – ha sorriso Jack – che spero di avere anche al termine del match al Druso contro il Sudtirol. Il merito ovviamente non è stato solo mio, ma di tutta la squadra e in particolare dei miei compagni del reparto arretrato. Una buona difesa – ha sottolineato Bindi – è la base per la costruzione dei successi”.

Le ultime due vittorie hanno permesso al Pordenone di riguadagnare la vetta della classifica.

“Stare davanti a tutti – riprende il portiere neroverde – è importante, ma comporta anche un rischio mentale gravoso. Non dovremo pensarci quando scenderemo in campo al Druso, campo difficile, tana di una squadra che la scorsa stagione ha fatto un campionato straordinario e che in questa sta raccogliendo meno di quanto meriterebbe. Anche se il Sudtirol è attualmente in ritardo (decimo con 18 punti, 7 meno della capolista Pordenone, ndr) dovremo vivere la partita come uno scontro al vertice”.

Pericolo principale sarà l’ex ramarro De Cenco.

“Conosco Caio – racconta Bindi -. E’ un amico. Abbiamo fatto insieme il preritiro a Padova. Ho visto quello che sa fare e conosco il suo valore. Speriamo che non riesca a dimostrarlo contro di noi. In ogni caso – promette – farò di tutto per provare a bloccarlo”.

Jack vs Caio: sarà una sfida nella sfida.