Pordenone Calcio: buon test contro la Primavera (5-0)

17.11.2019 09:57 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: buon test contro la Primavera (5-0)

Chiaretti e Barison sono recuperati. E’ questa la buona notizia del fine settimana di pausa dei campionati di serie A e B per gli impegni delle nazionali. Il trequartista e il difensore centrale sono stati schierati da Attilio Tesser nel test match organizzato al De Marchi contro la formazione Primavera di mister Favaretto per far mantenere al gruppo il ritmo partita.

La sgambata è terminata con il risultato di 5-0 a favore ovviamente della prima squadra. Tutti i gol sono stati realizzati nella ripresa, anche perché nella prima frazioni Jack Bindi, schierato fra i legni della Primavera, ha sfoderato cinque paratone. A segno nel secondo tempo sono andati Strizzolo (su cross di Burrai, Ciurria (deviazione di testa su traversone di De Agostini), Chiaretti (che ha trasformato un rigore concesso per un fallo su Strizzolo), Candellone al termine di un’azione in velocità) e De Agostini (di testa su calcio d’angolo battuto da Burrai).

PASA OUT – Non sono invece scesi in campo Monachello e Pasa che, acciaccati, si sono allenati a parte. Fastidiosa in particolar modo l’indisponibilità del centrocampista, candidato numero uno a sostituire lo squalificato Burrai sabato in occasione della supersfida alla Dacia Arena con il Perugia. Per allora però Simone sarà recuperabile. Tesser ha comunque provato una soluzione alternativa con Misuraca centrale e Mazzocco e Pobega ai suoi fianchi.

Nella prima frazione del test match infatti i ramarri sono scesi in campo con Di Gregorio fra i pali, Almici, Camporese (rilevato poi da Vogliacco), Stefani e Zanon in difesa, il citato trio a centrocampo, Gavazzi in posizione da trequartista con Ciurria e Candellone in prima linea.

Nella ripresa sono invece scesi in campo Bindi a difesa della porta, Semenzato, Barison, Vogliacco (poi sostituito da Zanon) e De Agostini nel reparto arretrato, Zammarini, Burrai e Pobega (rilevato poi da Mazzocco) a centrocampo con Chiaretti alle spalle di Ciurria (sostituito in corsa da Candellone) e Strizzolo. Senza nulla togliere alla prestazione di Gianvito Misuraca, con il metrono sardo a dettare i tempi, a suggerire le manovre e a spedire invitanti palloni verso l’area avversaria tutta la squadra si è ovviamente mossa meglio e sono arrivati i gol.