Pordenone Calcio: come il Padova nel 2018?

13.04.2019 11:23 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: come il Padova nel 2018?

Festeggiare la serie B davanti alla televisione?

E’ una possibilità che potrebbe verificarsi. Triestina e Feralpisalò sono appaiate a quota 58, con 7 lunghezze di ritardo dalla capolista neroverde a quattro giornate dal termine. I rossoalabardati giocheranno domenica alle 14.30 al Rocco contro la Fermana. I ramarri scenderanno in campo, al Bottecchia, alle 16.3 contro il Teramo. La Feralpi invece giocherà in posticipo lunedì alle 20.45 a Imola. In caso di successo dei neroverdi e di sconfitta di entrambe le rivali, alle 22.30 di lunedì sera sarà ancora festa verdenera. E sarà probabilmente la festa più grande della centenaria storia del club cittadino. La combinazione di risultati che dovrebbe verificarsi non è di facile realizzazione.

Tyche, dea della fortuna con la palla in mano, che segue i ramarri da inizio stagione, dovrebbe compiere il suo capolavoro. Il popolo neroverde ci crede. O almeno ci spera e i preparativi sono già in atto, anche se coperti da un velo di scaramanzia. Se domenica la Fermana dovesse fare il colpaccio al Rocco e subito dopo il Pordenone dovesse imporsi sui diavoli aprutini è immaginabile che saranno tante le televisioni sintonizzate sui canali che proporranno in diretta il match fra Imolese e Feralpi, nei vari bar sport della città, nei fan club e nelle abitazioni private.

A tale proposito è già arrivata la conferma dal titolare del bar ristorante le Ciaccole, locale ufficiale neroverde, che si trova presso la biblioteca di Pordenone in piazza XX Settembre, sede ideale per dar inizio alla festa verdenera.

Festeggiare la B davanti alla tivvù non sarebbe una novità. Lo ha fatto il Padova dodici mesi orsono. Il 23 aprile 2018 tutta la squadra biancoscudata, dopo aver pareggiato il giorno prima a Fermo (1-1), si pose davanti allo schermo per assistere in diretta al posticipo del Monday Night fra l’Albinoleffe e la Reggiana seconda in classifica. Il successo dei bergamaschi per 1-0 consegnò il pass per la serie B ai patavini. Nella Club House del centro sportivo Petrarca si levò subito il coro: “E tanto già lo so che l’anno prossimo giochiamo il sabato”. A dirigerlo era il presidente Roberto Bonetto coadiuvato dallo staff tecnico biancoscudato. Contemporaneamente per le strade della città del Santo iniziarono i caroselli di automobili, destinazione l’enorme spazio aperto di Prato della Valle, sede del ritrovo dei fan club patavini.