Pordenone Calcio, De Agostini: “Siamo una squadra con grande carattere”

02.10.2019 08:49 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
 Pordenone Calcio, De Agostini: “Siamo una squadra con grande carattere”

In centocinquanta contro tremilatrecentocinquanta: eppure al Bentegodi i supporters neroverdi al seguito si sono sentiti bene. Più il signor Luca Massimi “infieriva” sui ramarri (espulsioni di Strizzolo e Chiaretti) più si alzava l’incitamento dal settore ospiti. Da brivido l’urlo cadenzato “Pienne” che sovrastava il vociare del popolo gialloblu per altro piuttosto abbattuto dall’ennesima “magra” consumata in casa dai clivensi che non vincono al Bentegodi da dicembre 2018, quando erano ancora in serie A. 

“Certo che li abbiamo sentiti – annuisce Michele De Agostini -. Ci hanno dato ulteriore carica per portare a casa il primo risultato positivo in trasferta nonostante la doppia inferiorità numerica. Per questo li ringraziamo. L’affetto che ci dimostrano è grande”. Il riconoscimento per i tifosi al seguito al Bentegodi arriva direttamente dal nuovo capitano neroverde. Il “grande vecchio” sembra infatti aver ereditato la fascia da Mirko Stefani che nelle prime sei gare di serie B non ha ancora avuto l’occasione di scendere in campo. Tesser sembra ormai aver fatto la sua scelta e per comporre la coppia difensiva centrale si sta affidando principalmente a Camporese e Barison. Hanno già messo piede in campo anche gli altri due centrali, Bassoli (2 gettoni) e Vogliacco. Quest’ultimo è stato gettato in corsa nell’arena proprio al Bentegodi al posto di Gavazzi, quando i ramarri erano in nove, per puntellare la diga innalzata davanti a Di Gregorio. Chiariamo subito: il non utilizzo sino ad ora di Stefani non ha creato un caso. Mirko, che stia in campo o in panca, senza nulla togliere a De Agostini, è sempre considerato da tutti il vero capitano e così viene chiamato al De Marchi. Arriverà sicuramente anche il suo momento e come sempre, nelle quattro stagioni vissute a Pordenone, darà il suo fattivo contributo alla causa. 

De Agostini è passato poi ad analizzare il match di Verona e in particolare proprio la seconda frazione, dopo i rossi esibiti a Strizzolo e Chiaretti. “Preso atto che sulle espulsioni noi non potevamo fare nulla se non subirle – racconta Michele -, non abbiamo mollato. Ci siamo ricompattati subito e abbiamo affrontato il secondo tempo con grande carattere e con la voglia di lottare su ogni pallone. In questo gruppo – sottolinea compiaciuto il “grande vecchio” – c’è grande voglia di sacrificio”. Dalla critica la prestazione dei neroverdi al Bentegodi è stata definita gara da eroi. “Abbiamo fatto la partita che dovevamo fare – risponde semplicemente De Agostini – e siamo riusciti a prenderci un punto importante soprattutto perché ottenuto fuori casa”. Il primo della centenaria storia del Pordenone ottenuto in trasferta in serie B e per questo ancora più importante.