Pordenone Calcio: è il giorno dello "spareggio" con il Perugia

23.11.2019 08:53 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: è il giorno dello "spareggio" con il Perugia

L’attesa è finita: oggi è il giorno della supersfida alla Dacia Arena fra Pordenone e Perugia (inizio alle 15) che condividono il quarto posto della classifica a quota 19, con 2 sole lunghezze di ritardo dalla piazza d’onore, occupata dal Crotone, che vale la promozione diretta in serie A. I calabresi, oltre a tutto, saranno impegnati (sempre alle 15) sul rettangolo della capolista Benevento. Una combinazione favorevole di risultati potrebbe portare i ramarri dove nessuno sin qui ha mai nemmeno osato sperare.

Attilio Tesser è un seguace del “carpe diem” (cogli l’attimo) di oraziana memoria.

“Sento in giro fare tabelle – esordisce il tecnico - per questi ultimi sette turni del girone d’andata che costituiscono la volata per il titolo d’inverno. Lascio volentieri ad altri questo esercizio. Noi come sempre guardiamo partita per partita. Adesso la nostra attenzione è tutta rivolta verso la sfida con il Perugia, senza guardare alla classifica e senza pensare a cosa potrebbe succedere in caso di vittoria o di sconfitta. Oltre a tutto – sorride l’Attilio – la classifica di questo campionato è ancora più corta di quelle che caratterizzano normalmente i tornei di serie B: con un paio di vittorie ti trovi in alto, con un paio di scivoloni ti ritrovi in basso”.

Così è successo al Pordenone prima della sosta: 7 punti (vittorie Venezia e con il Trapani seguite dal pareggio a Chiavari) hanno spinto i neroverdi all’aggancio con il Perugia che nell’ultima al Curi è stato sconfitto (0-2) dal Cittadella. Riposto l’argomento tabelle Tesser si concentra sui grifoni.

“Ho letto – racconta - che in settimana a Perugia hanno definito un fallimento l’eventuale mancata promozione in serie A. Questo ci dà la misura dell’avversario che affronteremo: una squadra forte con elementi di categoria superiore, ben attrezzata in tutti i reparti e con il capopcannoniere del campionato (Iemmello, autore sin qui di 9 centri, ndr). I ramarri giocheranno lo “spareggio” con l’handicap dell’assenza di Burrai squalificato. “L’importanza di Salvatore nell’economia del nostro gioco – sottolinea Tesser – è nota, sia per come detta i tempi della manovra che per le sue qualità balistiche nei piazzati. Noi però non ci siamo mai pianti addosso, nemmeno quando abbiamo dovuto rinunciare contemporaneamente a giocatori come Pobega, Chiaretti e Barison. La squadra ha saputo reagire e sono certo che lo farà anche in questa occasione”.

Il posto a centrocampo di Burrai, anche se con qualità diverse, dovrebbe essere preso da Pasa ai fianchi del quale dovrebbero operare Gavazzi e Pobega. Fra i pali ci sarà ancora Di Gregorio e in difesa Almici, Camporese, Vogliacco (o Barison) e De Agostini. Per quanto riguarda l’attacco tutto dipende dal momento dell’utilizzo di Chiaretti. Se il brasiliano partirà dall’inizio in funzione da trequartista le due punte saranno Ciurria e Strizzolo. Se invece Tesser opterà per Ciurria trequartista la coppia d’attacco sarà formata da Strizzolo e Candellone.

La supersfida verrà diretta da Ivan Robilotta che ha debuttato in B arbitrando proprio il match vinto dai ramarri (1-0) contro lo Spezia. Il fischietto di Sala Consilina sarà coadiuvato dagli assistenti Michele Lombardi della sezione di Brescia e Gamal Mokhtar della sezione di Lecco. Quarto uomo sarà Alessandro Prontera della sezione di Bologna.

La prevendita dei ticket per assistere alla gara di questo pomeriggio sarà attiva anche questa mattina con la promozione “Porta un amico” che consentirà agli abbonati di farsi accompagnare da un amico che pagherà il biglietto con soli 5 Euro. Iniziativa attiva esclusivamente nelle rivendite; non agli sportelli della Dacia Arena che apriranno alle 15.