Pordenone Calcio: il 4-3-1-2 di Tesser

06.07.2018 09:51 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 459 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: il 4-3-1-2 di Tesser

Vediamo come schiera solitamente le sue squadre Tesser. Il modulo normalmente addottato è il 4-3-1-2.

Schieramento di base non troppo intrepido, ma che in fase di possesso si trasforma presto con i due esterni di difesa che affiancano il vertice basso del rombo per aiutarlo nelle soluzioni di palleggio. Le due mezzali normalmente si alternano fra fase propositiva e fase di contenimento. Il trequartista deve svariare su tutto il fronte d’attacco giostrando fra le linee di centrocampo e difesa avversarie. Le due punte stanno vicine per obbligare gli esterni di difesa avversari ad accentrarsi e liberare le fasce per le proiezioni dei terzini che devono andare al cross. I traversoni dalle fasce per le punte sono una costante dei team di Tesser.

Altra caratteristica sono i lanci lunghi del portiere per la spizzata della punta più dotata di fisicità verso il centrocampista che si inserisce. Normalmente però gli uomini di Tesser sviluppano l’azione sulle fasce per arrivare appunto al cross da fondo campo. In fase di contenimento si ritorna ovviamente al 4-3-1-2 di base con il trequartista che ha il compito di contrastare in avvio il playmaker baso avversario. Il pressing viene effettuato solo nella metà campo amica. I due esterni di difesa stringono spesso per creare densità in area concedendo a volte agli avversari i cross dalle fasce. Per questo i due centrali di difesa devono essere bravi, fisici ed esperti. Cose che lo staff neroverde conosce bene.

Ora deve solo mettere a disposizione dell’Attilio gli uomini adatti al suo modulo.