Pordenone Calcio: Il futuro è già iniziato

14.05.2018 08:17 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 564 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Il futuro è già iniziato

Quella scritta venerdì al Turina di Salò (sconfitta 1-3 con il Feralpi) non è stata l’ultima pagina della stagione 2017-18, ma la prima della stagione 2018-19.

Mauro Lovisa non si è concesso nemmeno un giorno di delusione. Nemmeno 24 ore dopo ha fatto emettere un comunicato dal suo ufficio stampa attraverso il quale ha confermato tutto il suo impegno, ha promesso un nuovo Pordenone più giovane, ma sempre ambizioso, pronto a perseguire il sogno della serie B.

Mercoledì, subito dopo il rompete le righe al De Marchi e la rituale “ultima cena” organizzata dalla società, inizieranno anche le operazioni per la composizione del nuovo gruppo che dovrà lavorare per realizzare il sogno di re Mauro e di tutto il suo popolo.

Il primo a essere sentito sarà fabio Rossitto. Il Crociato, dopo essere accorso al capezzale della bestia malata per ben tre volte, meriterebbe una chance da inizio stagione. Lovisa non ha escluso l’eventualità, ma non si è nemmeno sbilanciato sulla sua conferma.

Nell'eventualità che si decidesse di cambiare sarebbero due gli allenatori contattati dalla dirigenza neroverde: Massimo Pavanel (già giocatore e allenatore al Bottecchia) ora in forza all'Arezzo, sul quale punterebbe però anche la Triestina e Mauro Zironelli del Mestre sul quale punterebbero però società di B fra le quali il Verona, fresco di retrocessione dalla A.

Sarà poi la volta dei “vecchi” che costituiranno il telaio della nuova macchina neroverde. Nella tarda primavera e inizio estate normalmente la figura più importante di ogni società è il direttore sportivo. Colui che attua i programmi della dirigenza. Figura che il Pordenone non ha. L’improvvisazione non conduce lontano. E’ una constatazione che gira con una certa frequenza fra i commenti nei vari bar sport cittadini e sui social dei supporters neroverdi che si augurano di ritrovare ad Arta Terme uno staff all’altezza o un tecnico-manager all’inglese.