Pordenone Calcio: il Lovisa pensiero

18.11.2019 15:13 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: il Lovisa pensiero

“L’Omega ci darà una grossa mano per alzare il livello della società e di conseguenza della squadra”.

L’ingresso nel club neroverde della holding di Quarto d’Altino ha messo di buon umore Mauro Lovisa. Non poteva essere diversamente perché è stato finalmente rotto il muro del silenzio imprenditoriale che ha fatto seguito alla chiusura (per altro meno positiva del previsto) dell’iniziativa di crowdfunding Pordenone 2020.

“Siamo stati fidanzati per un po’ di tempo – sorride Lovisa facendo riferimento alla sponsorizzazione della maglia della prima squadra già in atto con l’Omega -; ora abbiamo celebrato un vero matrimonio. Loro avevano bisogno di visibilità per crescere nella nostra regione, noi possiamo dar loro questa possibilità”.

Re Mauro ha ovviamente seguito con attenzione la partitella in famiglia di sabato fra la prima squadra e la Primavera Due di Paolo Favaretto. Gara vinta per 5-0 con i gol di Strizzolo, Ciurria, Chiaretti (su rigore), Candellone e De Agostini. Ora si compiace principalmente per il recupero di giocatori importanti quali Pobega, Chiaretti e Barison.

“Lo ho visti belli e determinati. Si percepisce – evidenzia – che sono smaniosi di ritornare a disposizione del mister a tempo pieno. Recuperarli completamente è importante perché dobbiamo poter contare su tutti i componenti della nostra rosa durante il tour de force che ci aspetta da sabato alla fine del girone di andata. Ma – aggiunge il numero uno neroverde – ho visto bene tutti i ragazzi che sono scesi in campo. Ciò che mi soddisfa di più – ci tiene a precisare – è lo spirito che anima tutti i ragazzi. Sono già in “clima Perugia”.

La partita di sabato alla Dacia Arena (inizio alle 15) con i grifoni umbri sarà difficile. Dovremo affrontarla con attenzione e concentrazione”. Sarà confronto fra una matricola e una formazione di grande blasone.

“Lo sono tutti i confronti che affrontiamo in questa prima stagione di serie B - riprende Lovisa -. Formazioni blasonate e con grandi ambizioni. Noi, con la nostra voglia di crescere e la nostra fame – indica la strada –, vogliamo dare fastidio a tutti”.

Lovisa giudica molto positivo il cammino fatto sin qui dai ramarri, ma dimostra anche di non accontentarsi.

“Possiamo crescere ancora – afferma infatti con convinzione -. Con il passar del tempo e i minuti accumulati in campo i ragazzi cominciano a conoscersi sempre meglio e anche il livello qualitativo del gioco è destinato ad aumentare”.

La maggior parte dei punti è stata sinora incassata alla Dacia.

“E’ un’altra delle mie scommesse vinte – torna a sorridere re Mauro -. All’inizio non tutti erano convinti della scelta, ora – racconta – i tifosi in centro a Pordenone mi fermano per dirmi: sono stato alla Dacia, aveva ragione lei presidente, vedere calcio lì è tutta un’altra cosa”.

Dove può quindi arrivare il Pordenone in questa sua prima esperienza in cadetteria?

“Puntiamo alla salvezza, ma se la otteniamo presto – alza l’asticella delle ambizioni Lovisa – possiamo puntare a un piazzamento che va dal secondo posto (che vale la promozione diretta, ndr) all’ottavo (ultimo utile per l’accesso ai playoff)”.

Anche nel calcio quindi e in particolare al De Marchi è vero dunque che l’appetito vien mangiando.