Pordenone Calcio, il monito della curva neroverde: “Mai a Treviso!”

08.04.2019 08:24 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio, il monito della curva neroverde: “Mai a Treviso!”

Mai a Treviso!". Il monito espresso ieri al Benelli dalla "curva" neroverde è stato chiaro. Il Pordenone deve restare dei Pordenonesi. Anche se questi (o la parte più fedele di essi) dovrà andare per almeno una stagione intera (forse due) a seguire la squadra a Udine in attesa della costruzione di un nuovo stadio a Pordenone.  A Ravenna c'era solo una rappresentanza del tifo naoniano (due pullman, 100 persone), ma è ragionevole credere che il pensiero di chi si è sobbarcato la trasferta in Romagna per sostenere i propri beniamini sia uguale a quello di coloro che sono rimasti a casa e che domenica andranno al Bottecchia per tifare neroverde anche nel quartultimo match della stagione regolare con il Teramo (domenica, 16.30) gara che potrebbe rappresentare il primo match point a disposizione di Tesser e dei suoi ragazzi. Dopo il pareggio a Ravenna (0-0), che ha fatto seguito a quello conseguito in rimonta dalla Triestina due ore prima a Gubbio (2-2), i punti di distacco della capolista neroverde sul secondo gradino del podio sono rimasti sette. L'unica differenza è che sul quel gradino la Triestina è stata raggiunta dal Feralpisalò che ha battuto (2-1) la Sambenedettese. Ne sogni dei tifosi naoniani c'è ora un successo dei ramarri sul Teramo insieme alle sconfitte dei rossoalabardati al Rocco nell'anticipo delle 14.30 con la Fermana e del Feralpisalò nel posticipo di lunedì (20.45) a Imola. Se i loro desideri dovessero avverarsi la notte fra il 14 e il 15 aprile potrebbe trasformarsi veramente nella tanto attesa festa verdenera.