Pordenone Calcio: Il patto di spogliatoio

08.03.2018 09:35 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 406 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Il patto di spogliatoio

Una vittoria (3-2 a Gubbio), una sconfitta (0-1 a Ravenna) e un pareggio (0-0 al Bottecchia con l’Albinoleffe): è il cammino del ramarro dopo l’insediamento in panca di Fabio Rossitto.

La mini trasferta di domenica al Mecchia di Portogruaro sarà importante per il bilancio del primo mese con il Crociato in sella.

IL PATTO – Il passaggio dai metodi di Leo Colucci a quelli di Fabio Rossitto non è stato facile per i neroverdi. Fabio ha alzato subito l’intensità degli allenamenti puntando sul recupero della condizione ottimale. I primi giorni sono stati uno shock. Poi Stefani e compagni hanno cominciato a sentire i benefici della cura Rossitto. Un lavoro che nell’immediato può imballare i muscoli, ma che certamente renderà nel tempo. Contemporaneamente il crociato ha lavorato sulla testa dei suoi ragazzi restituendo loro autostima. Infine si è dimostrato assolutamente imparziale nella scelta degli undici da mandare di volta in volta in campo. Imparzialità che è stata riconosciuta da tutto il gruppo.

E’ nata così una sorta di alleanza fra staff e squadra che ha originato il patto: tutti per uno, uno per tutti.