Pordenone Calcio: il risveglio di Germinale

07.09.2018 08:58 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 277 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: il risveglio di Germinale

Quattro gol sui sette totali realizzati dal Pordenone al memorial Willi Gobbo di mercoledì scorso sono stati firmati da Domenico Germinale. Il campione d’Italia del 2006 (tricolore guadagnato grazie a una presenza in prima squadra con l’Inter che strappò lo scudetto alla Juventus nel tribunale di calciopoli) ha fornito così una prima risposta ai numeri delle statistiche (mai in doppia cifra nelle 18 stagioni sin qui disputate in giro per la penisola) e alle critiche ricevute dopo gli errori in fase di realizzazione nell’amichevole di sabato scorso con il Chions (2-0, autogol di Duca e centro di Misuraca).

Mercoledì Germinale ha infilato tre palloni nella porta del Fiume Bannia (5-0 per i ramarri con gli altri due centri di Ciurria) e uno in quella del Tamai (2-0 per il Pordenone con primo gol del giovane Bertoli). Germinale si è mosso bene impreziosendo la sua gara con due trasformazioni dal dischetto, un destro di forza e una deviazione volante su tiro cross di De Agostini. Tutti ovviamente hanno accolto con soddisfazione la crescita di condizione dell’ex Fano chiamato a rimpiazzare Federico Gerardi nella prima linea neroverde.

Test più importante però in vista dell’esordio di campionato previsto per domenica 16 settembre sarà quello di domani a Verona con la Virtus Vecomp, avversario di pari categoria. A tale proposito la società scaligera ha rettificato la notizia che aveva diramato in primo tempo definendo la gara amichevole a porte chiuse.

Il match in programma alle 16.30 al Mirko Mazzola (adiacente al Gavagnin indisponibile per lavori di adeguamento per la serie C) sarà invece aperto al pubblico che potrà trovare posto sull’esigua tribunetta dell’impianto sino a esaurimento posti.