Pordenone Calcio: il silenzio stampa neroarancio

09.06.2018 10:04 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 384 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: il silenzio stampa neroarancio

Tutta l’attenzione della società e del popolo neroverde è rivolta verso Mestre, in attesa delle decisioni di Stefano Serena che sembra combattuto fra il desiderio di continuare e la voglia di disimpegnarsi.

Il presidente neroarancio ha già avuto la simpatia del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro che ha garantito solidarietà e appoggio economico per la ristrutturazione del Baracca in conformità alla normativa vigente per gli impianti di serie C. Ora l’imprenditore di Conegliano attende la risposta di un misterioso “mister x” che dovrebbe entrare in società e sostenere il 70 percento delle spese di gestione. Sono giorni ormai che Serena rinvia di 24 ore in 24 ore la conferenza stampa durante la quale farà conoscere la sua decisione definitiva. Il presidente mestrino si è pure indispettito per le continue voci sul futuro della società, dei giocatori e dello stesso Zironelli.

Sul sito ufficiale del Mestre in bella evidenza c’è il comunicato stampa con il quale ha imposto a tutti i tesserati una sorta di silenzio stampa. Questo il testo: “L’A.C.Mestre si trova costretta a smentire ufficialmente voci e presunte dichiarazioni riportate dagli organi di informazione riguardo il nome di Giuseppe Bergamin come eventuale nuovo socio. Inoltre si smentiscono anche le dichiarazioni pubblicate su una testata giornalistica locale relative alle presunte intenzioni di Mauro Zironelli rispetto al ventilato interessamento da parte del Pordenone Calcio. Pur rispettando in pieno il lavoro delle testate giornalistiche e dei siti specializzati che seguono più da vicino il Mestre e capendo l’esigenza e il diritto di formulare ipotesi, si ribadisce che le uniche dichiarazioni ufficiali – in questa fase delicata – arriveranno esclusivamente tramite comunicato della società o dalle parole del suo Presidente, Stefano Serena”.

Questa l’ufficialità.

In realtà i contatti per portare Zironelli a Pordenone viaggiano sottotraccia. Leonardo Benelle, procuratore di Ziro e di tanti dei suoi pupilli, starebbe lavorando per essere pronto a ogni evenienza, sia che Brugnaro resti in sella, sia che decida di lasciare ad altri o addirittura consegnare le chiavi della società al sindaco. Questa situazione d’incertezza ha costretto Mauro Lovisa a spostare i termini per la scelta del nuovo tecnico in un primo tempo annunciati per il 31 maggio. Ora re Mauro sembra meno ansioso, conscio che entro il 20 giugno il collega mestrino dovrà depositare presso la Lega Pro la dichiarazione relativa alla disponibilità dell’impianto sportivo da utilizzare per le gare casalinghe. Un primo passo verso l’iscrizione al campionato 2018-19.

Per quella data quindi Serena dovrà aver già deciso il futuro sportivo suo e dell’A.C Mestre.