Pordenone Calcio: In ritiro con le tre esse di Colucci

 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 569 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: In ritiro con le tre esse di Colucci

“Lavoreremo all’insegna delle mie 3S e cioè: sudore, sudore e sudore”.

Sorride Leo Colucci alla sua stessa battuta. Un po’ meno Stefani e compagni che si vedono davanti due settimane di durissimi allenamenti sul rettangolo del campo sportivo Zuliani (località Fonte Pudia) di Arta Terme.

I ramarri sono partiti ieri pomeriggio dal De Marchi e già questa mattina testeranno il metodo Colucci. Il programma prevede una seduta al mattino (inizio alle 10 per lezioni di tattica sul campo e lavoro fisico con la squadra divisa in gruppetti) e una al pomeriggio (inizio alle 17 per una sessione con la palla ad alta intensità). Colucci ama partecipare agli allenamenti.

“Sì – conferma Leo -, la condivisione della fatica arricchisce tutti e consente la crescita comune. E’ il mio modo di pensare e di lavorare. Condivisione che mi piace estendere non solo ai giocatori, dal capitano al più giovane. Mi piace pure – continua il tecnico - confrontarmi continuamente con tutto il mio staff. Il nostro deve essere un rapporto continuo e diretto”.

I primi giorni al De Marchi hanno lasciato a Colucci la convinzione di aver fatto la scelta giusta.

“Tutti i ragazzi – ha raccontato – hanno già dimostrato di aver voglia di cominciare la nuova stagione e di cominciarla bene. Ho visto grande entusiasmo. Pordenone ha vissuto due anni fantastici. I “vecchi” che li hanno vissuti sanno però che bisogna guardare sempre avanti per rimettersi in discussione. I “nuovi” sono delle garanzie e si sono calati subito in modo giusto nella casa neroverde. Tutti insieme hanno già dimostrato concentrazione e determinazione sin dai primi test e dalle prime corse al De Marchi. Il ritiro di Arta Terme ci servirà per conoscerci bene sia in campo che fuori”.

Sono arrivati Gerardi, Perilli, Formiconi e Boniotti, ma non basteranno per coprire i buchi lasciati da Tomei, Semenzato, Ingegneri, Marchi, Cattaneo e prevedibilmente Arma.

“Noi dobbiamo solo pensare a lavorare – blocca subito Colucci -; sono certo che la società saprà individuare gli elementi adatti per completare la rosa nel modo migliore”.

Sarà necessario fare presto perché l’inizio della stagione ufficiale non è lontano. I ramarri esordiranno infatti in Tim Cup il 30 luglio, il giorno dopo il rientro dal ritiro di Arta Terme.

Il primo test amichevole per i ragazzi di Colucci avrà luogo invece il 22 luglio alle 17, sempre al centro Zuliani, con l’OSK Kotschach-Mauthen (Eccellenza austrica) in occasione del “Sabato Neroverde ad Arta Terme”, ormai tradizionale serata che serve per rompere il ghiaccio, permettere al popolo naoniano di salutare i “vecchi” beniamini e conoscere i nuovi ramarri.