Pordenone Calcio: la ramanzina di Tesser

15.10.2019 09:58 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: la ramanzina di Tesser

Cominciano a vacillare le prime panchine in serie B. Quella neroverde, ovviamente non è fra quelle pericolanti. Attilio Tesser è bene in sella al ramarro, plasmato a sua immagine e somiglianza. I neroverdi hanno incassato undici punti in sette partite e sono attestati in zona playoff. Fra le loro vittime anche il Frosinone di Alessandro Nesta, battuto all’esordio alla Dacia Arena per 3-0. L’ex campione del mondo si giocherà la panchina alla ripresa del campionato nel posticipo di lunedì contro il Livorno. Anche il tecnico dei toscani però è in forte discussione. Non è ancora infatti riuscito a dare un’identità alla sua squadra. Sino ad ora gli amaranto hanno vinto una sola partita, quella proprio con il Pordenone (2-1) lo scorso 21 settembre. Sembrava sul punto di saltare anche la panca di Fabio Caserta, tecnico della Juve Stabia, prossimo avversario del Pordenone al Romeo Menti sabato (inizio alle 15). A Castellamare giravano già i nomi di Castori, De Biasi e Di Carlo quali possibili sostituti. Caserta ha tamponato le falle grazie al successo (2-1) delle sue vespe (primo stagionale) sabato 5 ottobre, prima della pausa, sul rettangolo del Trapani. Vittoria che comunque non ha permesso alla Juve di abbandonare l’ultimo gradino della classifica ora condiviso con Cosenza, Livorno, Spezia e lo stesso Trapani. Caserta resta quindi “sotto osservazione” e un nuovo scivolone nel match di sabato con il Pordenone potrebbe essergli fatale.

Nella sua oasi felice al De Marchi Attilio Tesser non molla la presa. Nei prossimi cinque turni il suo Pordenone affronterà almeno quattro avversarie che stanno dietro in classifica. La prima sarà appunto la Juve Stabia al Menti con le vespe che, vista la posizione in classifica, potrebbero essere sottovalutate dai ramarri. E’ per questo che l’Attilio ha voluto rimettere tutti in riga ieri alla ripresa degli allenamenti. Non gli era infatti piaciuto l’atteggiamento della squadra in alcuni frangenti dell’amichevole disputata sabato scorso al Bottecchia con la Primavera del Venezia. Gara vinta per 7-2 con le doppiette di Candellone e Strizzolo e i gol di Gavazzi, Almici e Zammarini, ma macchiata da alcuni momentanei black-out e cali di tensione dovuti proprio alla sottovalutazione dell’avversario.

“Cose – ha precisato Tesser - mai successe prima né in gare ufficiali, né durante le amichevoli”.

Evidentemente il tecnico del miracolo naoniano, da veterano della categoria che ne ha viste di tutti i colori, vuole evitare che i suoi ragazzi, esaltati dal buon avvio, comincino a guardare gli altri dall’alto in basso. “Consapevolezza dei propri mezzi, ma anche umiltà e rispetto dell’avversario” sono i principi fondamentali della sua filosofia calcistica, ribaditi ancora una volta ieri alla ripresa degli allenamenti al centro sportivo De Marchi.

Per preparare la trasferta in Campania i neroverdi sosterranno oggi una doppia seduta di allenamento, con inizio alle 10 al mattino e alle 15 nel pomeriggio. Domani invece solo seduta pomeridiana (sempre con inizio alle 15). L’allenamento di giovedì e la rifinitura di venerdì prima della partenza si svolgeranno a porte chiuse.