Pordenone Calcio: la roadmap di Marzo

26.02.2019 10:16 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Dario Perosa - Gazzettino di Pordenone
Pordenone Calcio: la roadmap di Marzo

“Se a fine marzo avremo ancora un vantaggio importante sulle immediate inseguitrici allora potremo veramente cominciare a fare un pensierino alla serie B”.

Affermazione questa fatta da Attilio Tesser lo scorso dicembre. Ora marzo è alle porte e i ramarri si presenteranno domenica al via del mese più importante della loro stagione con sette punti di vantaggio sulla Triestina e otto sulla Feralpisalò. Il marzo del ramarro inizierà domenica quando De Agostini e compagni torneranno al Bottecchia, dopo le due trasferte consecutive di Meda (1-1 con il Renate) e di Fermo (1-0 per i neroverdi), per affrontare la Sambenedettese. Il team di Giorgio Roselli arriverà nella Destra tagliamento galvanizzato dal successo (2-0 firmato da Ilari e Calderini) ottenuto lo scorso turno ai danni della sempre più deludente Ternana. Nei precedenti sei incontri però gli umbri avevano incassato solo 4 pareggi e subito due sconfitte. Vero che, come ripete spesso Tesser, nessuna partita è facile nel girone B, ma la Samba non dovrebbe essere un ostacolo insuperabile per Burrai e soci. Il match di andata giocato al Riviera delle Palme di San Benedetto del Tronto finì 2-2 con Ciurria e De Agostini capaci nella ripresa di annullare il 2-0 firmato da Stanco e Signori nei primi 7’ della gara. Un successo sui rossoblu sarebbe anche un ottimo corroborante in vista della sfida del 10 marzo con la Triestina. Nel capoluogo giuliano fervono già i preparativi per il super derby. L’Unione sabato scorso ha interrotto la serie positiva del Renate lunga dieci turni vincendo (2-0) la sfida con le pantere nerazzurre grazie ai gol di Mensah e Granoche. L’entusiasmo è crescente e ora i rossoalabardati puntano a far bottino pieno anche domenica al Città di Gorgonzola con la Giana Erminio per scaldare ulteriormente i cuori dei tifosi triestini. Nel match di andata al Bottecchia l’Unione si impose sui neroverdi per 2-1 in virtù dei centri di Malomo e Procaccio. Di De Agostini il momentaneo pareggio dei padroni di casa. Dopo la trasferta nella Venezia Giulia i ramarri torneranno al Bottecchia (17 marzo) per misurarsi con il Monza di Berlusconi. Nel girone di ritorno i brianzoli hanno perso una sola partita, a Trieste (0-2), ne hanno vinte cinque e pareggiate tre.

I supporters neroverdi covano ancora però il ricordo delle due sberle (Candellone e Magnaghi) rifilate ai lumbard nel match di andata al Brianteo.

Il tour de force marzolino di De Agostini e soci continuerà poi il 24 marzo al Liberati di Terni. Le fere, partite con i favori dei pronostici per la promozione in B l’estate scorsa, oggi sono ormai fuori dai giochi d’alta classifica. Aspetteranno sicuramente la capolista per dimostrare che non sono da meno. La sfida di andata in riva al Noncello fu decisa (1-0) da un gol di Burrai. Il mese terribile dei neroverdi finirà finalmente il 31 con un’altra grande sfida, al Bottecchia con il Sudtirol che attualmente occupa il quarto posto in classifica. Gara uno, giocata al Druso di Bolzano, finì 1-1 con i gol di De Cenco e di Germinale.

Lasciato alle spalle marzo finalmente Attilio Tesser potrà alzare gli occhi e guardare dove se il suo Pordenone avrà conservato un vantaggio importante sulle immediate inseguitrici e fare insieme a tutto il popolo neroverde un pensierino alla serie B per restare nella storia.