Pordenone Calcio - Lovisa: "Facciamo punti a Imola e col Vicenza sarà record di presenze”

02.10.2018 09:31 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 525 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio - Lovisa: "Facciamo punti a Imola e col Vicenza sarà record di presenze”

E’ cambiato il compagno di viaggio dei ramarri, non la posizione in classifica. Il Pordenone è ancora primo dopo la quarta giornata, a quota 10. Non più assieme al berlusconiano Monza, sconfitto (0-1) a Ravenna, ma con la sorprendente Fermana di Flavio Destro (padre di Mattia, attualmente al Bologna).

Che effetto fa stare davanti a Berlusconi? Ve lo dirò – risponde sorridendo Mauro Lovisa - a fine campionato. Scherzi a parte, io sono contento che il cavaliere sia tornato in campo e lo abbia fatto ripartendo dalla nostra categoria. Spero che altri imprenditori lo imitino. Per quanto riguarda il mio Pordenone dieci punti nelle prime quattro partite sono un buon bottino. Avremmo potuto incassarne anche 12 perché a Rimini avremmo dovuto vincere. Forse in certe situazioni abbiamo peccato di presunzione o troppa sicurezza e siamo stati puniti. Come – evidenzia Lovisa – in occasione del rigore fischiato a loro favore. Mirko (Stefani, ndr) non doveva intervenire in quel modo su Cicarevic (anticipo di testa per poi travolgere l’avversario, ndr). Il montenegrino, per la posizione assunta, non rappresentava in quel momento un pericolo. Bastava accompagnarlo verso il fondo”.

A re Mauro è piaciuta invece la reazione della squadra dopo i gol subiti.

“Punti nel vivo – riprende – i ragazzi hanno saputo recuperare con una certa facilità. Una capacità di reazione importante, ma attenzione – è un avviso quello del numero uno neroverde –: non può andar sempre bene”.

Il Pordenone dopo 4 giornate è in testa. Un avvio che non cambia la visione di Lovisa.

“Stare lassù – premette – fa piacere, ma sono altre le squadre favorite. Società che hanno fatto investimenti importanti per puntare alla serie B. Il merito di questo ottimo avvio è di tutto il gruppo e in particolare di Attilio (Tesser, ndr) che ha saputo dare una forte identità alla squadra e infondere serenità a tutto l’ambiente. Adesso – sprona – andiamo a fare punti anche domenica a Imola (seconda trasferta consecutiva, ndr). Se ci riusciremo nella gara successiva al Bottecchia (14 ottobre) con il Lanerossi Vicenza faremo record di presenze e d’incasso. E magari – strizza l’occhio re Mauro concedendosi un piccolo strappo alla volontà di mantenere quest’anno un inedito profilo basso - accresceremo ulteriormente la nostra autostima e l’entusiasmo del popolo neroverde”.