Pordenone Calcio - Lovisa: "Sul mercato solo per un grande senza stravolgere equilibri esistenti”

03.12.2018 09:31 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 446 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio - Lovisa: "Sul mercato solo per un grande senza stravolgere equilibri esistenti”

Inizia bene il dicembre di Mauro Lovisa. Il suo Pordenone è solo in testa alla classifica del girone B di Lega Pro e il suo progetto di equity crowdfunding Pordenone 2020 sembra essere partito con il piede giusto.

“Le quote saranno in vendita solo a partire da mercoledì, ma – afferma infatti re Mauro galvanizzato -, ci sono già arrivate richieste. Non solo dal Friuli. Anche da Verona e addirittura da Milano. Segno – sorride soddisfatto – che abbiamo visto giusto”.

L’obiettivo minimo dichiarato da Lovisa alla vigilia della presentazione del progetto avvenuta venerdì scorso in sala consigliare del Municipio era vendere duemila quote da 250 Euro per raggiungere il mezzo milione di Euro. Ora, visto l’interesse suscitato dall’iniziativa anche fuori dai confini regionali, re Mauro alza l’asticella.

“In verità – afferma infatti – io ho sempre parlato di duemila soci, ma nulla vieta loro, o alcuni di loro, di sottoscrivere più di una quota. Anzi, credo che il buon cammino della squadra e il primo posto in classifica stia aumentando interesse verso la nostra iniziativa”.

Lovisa spiega poi a cosa serviranno i soldi raccolti attraverso l’azionariato diffuso.

“Serviranno a crescere ulteriormente sia a livello di strutture e di attrezzature che a livello di categorie da conquistare. Non ho mai nascosto – ricorda – che l’obiettivo del Pordenone è la conquista della serie B, una categoria che non è mai stata raggiunta in 100 anni di storia. Io spero di arrivarci con una società estesa e strutturata secondo il modello Barcellona, con tanti soci. Il modello società di padre-padrone appartiene ormai al passato. Chi mi ama – sorride ancora Lovisa – mi segua in questa avventura. Chi non mi ama mi segua lo stesso perché con in un sodalizio con tanti soci il presidente si elegge e chiunque può candidarsi”.

La crisi della Ternana (2 soli punti nelle ultime 4 gare), partita come predestinata alla promozione in serie B dopo il rifiuto ricevuto alla domanda di ripescaggio, potrebbe addirittura aiutare il progetto Pordenone 2020. Con la corsa alla cadetteria aperta, il Pordenone primo in classifica diventa più appetibile.

“Paradossalmente è così – concorda Lovisa -, anche se io ho sempre detto che la nostra rosa non ha molto da invidiare nemmeno a quella della Ternana. Non conta avere grandi nomi in roster, ma giocatori adatti al modulo che si vuole adottare e il nostro mister è bravissimo a mettere ognuno al posto giusto”.

La domanda a questo punto sorge spontanea: l’andamento del crowdfunding può influenzare la campagna acquisti dei neroverdi durante la finestra di mercato di gennaio?

“Sì potrebbe – annuisce re Mauro -, ma ripeto: io sono estremamente soddisfatto degli uomini che abbiamo in rosa. Ci saranno interventi a gennaio solo ed esclusivamente se ci sarà l’occasione di ingaggiare qualcuno veramente importante e in grado di aumentare ulteriormente le nostre potenzialità. Senza però - si affretta ad aggiungere - stravolgere quegli equilibri che Tesser ha saputo raggiungere”.