Pordenone Calcio: mini turnover a Fano

29.12.2018 10:24 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: mini turnover a Fano

Prima giornata del girone di ritorno e ultima partita del 2018 per il Pordenone questo pomeriggio (inizio alle 14.30) al Mancini di Fano contro l’Alma Juventus. I ramarri iniziano la seconda parte della stagione da campioni d’inverno con 7 punti di vantaggio sulle seconde, Ravenna e Ternana.

Un tesoretto che cercheranno di conservare o quanto meno di gestire, senza imposizioni da parte della società, sino al 5 maggio. Sarà anche l’ultimo atto di un 2018 che, dopo le soddisfazioni di fine 2017 in Tim Cup della truppa di Colucci, non era per nulla iniziato bene. Il rischio di finire nei bassifondi della classifica era forte. Ci ha pensato Fabio Rossitto a risollevare le sorti di un gruppo demoralizzato e turbolento riuscendo a riportarlo in zona playoff.

Durante l’estate è arrivata poi la nuova svolta con l’ingaggio di Attilio Tesser, tenuto a battesimo in campionato proprio dall’Alma Juve Fano. Il match al Bottecchia il 18 settembre finì 2-1 per i ramarri. A segno andarono Semenzato e Candellone. Nel recupero arrivò il gol della bandiera di Ferrante per i marchigiani. Fu il primo di tre successi consecutivi iniziali che consentirono al tecnico di Montebelluna di far subito breccia nel cuore dei tifosi neroverdi.

A Fano ci sarà una sorta di mini turnover.

Con Bindi fra i pali, in difesa dovrebbero giocare di sicuro Semenzato, Barison e De Agostini. Probabile che il quarto difensore sia Bassoli, con capitan Stefani in panchina. A centrocampo sono apparsi affaticati Bombagi e Misuraca. Tesser potrebbe quindi optare per l’inserimento di Damian e Gavazzi ai fianchi di Burrai. Dovrebbe restare inizialmente fuori anche Berrettoni (fra l’altro colpito duro durante il match con la Feralpisalò). Da trequartista in tal caso opererebbe Ciurria. Davanti il tecnico non potrà non concedere una soddisfazione da ex a Germinale che dovrebbe quindi far coppia inizialmente con Candellone. Il bomber di Treviso la scorsa estate, appena arrivato al De Marchi proprio da Fano dichiarò di aver lasciato l’Alma Juve perché voleva un progetto ambizioso e un club in grado di riportarlo in serie B. Ora vorrà dimostrare al Mancini di aver fatto la scelta giusta.

Ad arbitrare la sfida è stato designato il signor Matteo Marcenaro di Genova, coadiuvato dagli assistenti Gualtieri e Massimino.