Pordenone Calcio: Piccoli ramarri crescono

07.03.2018 09:18 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 353 volte
Fonte: Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Piccoli ramarri crescono

Il prezioso lavoro di Denis Fiorin, responsabile del settore giovanile neroverde, è stato premiato anche dalla convocazione, oltre che di Meneghetti, del compagno di squadra Niccolò Nardini, difensore, pure lui classe 2001, nella Rappresentativa U17 di Serie C che da domani parteciperà al prestigioso torneo Beppe Viola ad Arco di Trento.

Gli azzurrini selezionati dal ct Daniele Arrigoni affronteranno domani la Roma, venerdì i danesi del Brondby (venerdì) e sabato il Bologna.

Altri ragazzi di Rispoli sono in rampa di lancio, pronti a entrare a far parte della rosa a disposizione di Fabio Rossitto che non ha mai temuto di responsabilizzare i giovani. Sabato scorso negli ultimi minuti del match con l’Albinoleffe ha preferito affidarsi a Pier Francesco Bertoli che a Simone Magnaghi spiegando che l’Under 17 era più adatto dell’esperto compagno per iniziative con palla a terra contro i giganti della difesa gardesana.

Fra l’altro Meneghetti e Bertoli nell’ordine al momento sono i più giovani esordienti di questa stagione in tutta la serie C.

Sta scaldando i muscoli anche Alessandro Lovisa (centrocampista micidiale sui calci da fermo), figlio d’arte, che già si allena con la prima squadra e che potrebbe fare il suo esordio in campionato nelle prossime gare a Portogruaro domenica con il Mestre o con la Fermana al Bottecchia il 18 marzo.

Il Pordenone di Lovisa sembra quindi pronto a rinverdire i fasti dei ramarri del professor Cirielli che nel 1962, sempre in serie C, decise di varare un Pordenone di età media non superiore ai 22 anni, inserendo in prima squadra accanto a Del Grosso, Colondri, Bazzali, Repetto, Zanutto, Brollo, Canese, Ferro, Damiani, Canepa e Betti i neroverdi campioni nazionali juniores Madaschi, Piva, Della Pietra e Baradel e i neoacquisti Bonizzoni (Inter) e Guarinoni (San Donà).