Pordenone Calcio: Pillin scommette sul futuro degli U17 scudettati

01.07.2019 09:26 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Pillin scommette sul futuro degli U17 scudettati

Gianluigi Pillin, tecnico dell'Under 17 scudettata scommette sul futuro dei suoi giovani talenti.

"Ora si parla di Plai, portiere goleador, ma - ci tiene a precisare - nel mio gruppo ci sono tanti ragazzi che hanno buone possibilità di fare strada. Lo scudetto – aggiunge – è il coronamento di due grandi anni di lavoro”.

Straordinario il fatto che in finale i giovani ramarri abbiano sconfitto proprio quel Renate che li aveva battuti nella finale Under 16 della stagione precedente.

“Era la rivincita che sognavamo – rivela il tecnico. Il modo in cui si è svolta la sfida di quest’anno sembrava scritto per un copione da film: il gol di Andrea al 94’, il nuovo vantaggio nerazzurro nei supplementari e il nuovo pareggio di Lazri. Poi la grande emozione dei rigori. Il Renate – ammette Pillin – era sicuramente la squadra più attrezzata del torneo. I miei ragazzi però – sottolinea con orgoglio – sono riusciti ad avere la meglio grazie alla loro grinta, allo spirito di sacrificio, al cuore gettato oltre l’ostacolo e al grande lavoro tattico di preparazione alla sfida stessa. I nerazzurri a 30 secondi dal termine dei 90’ stavano già facendo il conto alla rovescia. Il gol di Andrea al 94’, l’andamento dei supplementari e dei rigori – giudica Pillin -: è stata una grande lezione di umiltà”.

Ovviamente anche Pillin, due volte finalista nelle ultime due stagioni, potrebbe partire per altri lidi.

“A Pordenone – spazza via ogni ipotesi diversa dall’incarico attuale – sto bene e lavoro bene. In due anni ho raggiunto due finali vincendone una. Oltre a tutto ora avremo l’occasione di confrontarci con la crema del calcio. Perché dovrei andarmene?”.

Già, perché? Non c’è un vecchio proverbio che dice: non c’è due senza tre?