Pordenone Calcio: Ramarri al bivio di San Benedetto

04.11.2018 10:19 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 158 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri al bivio di San Benedetto

Ramarri al bivio di San Benedetto del Tronto (inizio alle 14.30) in piena emergenza centrocampo.

Alla prolungata indisponibilità di Gianvito Misuraca (che andrà probabilmente in panchina, ma solo per tornare a respirare il profumo dell’erba) si è aggiunta nelle ultime ore anche quella di Davide Gavazzi che a causa di un risentimento muscolare non figura nemmeno nella lista dei convocati. Se a questo aggiungiamo che Francesco Bombagi soffre di sovraffaticamento il quadro si fa completo e preoccupante.

Non è ovviamente contento Attilio Tesser, che però non fa nemmeno drammi, fedele alla sua filosofia sintetizzata dalla frase:

“In campo saremo sempre in undici”.

A centrocampo dovrebbero giocare Burrai e Damian ai quali si aggiungerà Bombagi se ce la farà, altrimenti sarà Ciurria ad occupare il posto di mezzala. Davanti ancora dall’inizio la coppia Magnaghi-Candellone con Berrettoni alle loro spalle in veste di trequartista con ampia licenza di scegliersi di volta in volta la posizione in campo. Nessuna novità in difesa con Bindi fra i pali dietro a Semenzato, Stefani, Barison e De Agostini fresco di nomina quale miglior giocatore neroverde della stagione 2017-18, segnalazione effettuata dal comitato del Galà del Calcio Triveneto (premiazione il 12 novembre a Vicenza).

“La Sambenedettese è formazione strutturata e molto fisica – avverte Tesser -, costruita per le prime posizioni della classifica. Ha avuto qualche difficoltà iniziale (3 soli punti nei primi sei turni, ndr), ma ora si è ripresa bene (4 punti nelle ultime due gare, ndr) ed ha avuto la possibilità di riposare lo scorso turno essendo stata rinviata la partita in programma con la Ternana. Sarà – prevede il tecnico neroverde – una lunga e difficile trasferta. Noi dobbiamo affrontarla senza timori, con personalità, fiducia nei nostri mezzi, carica agonistica e tanta voglia di fare risultato pieno. Poi si sa che in ogni partita tutto può succedere - riferimento evidente all’andamento e al risultato (0-1) del match di domenica scorsa al Bottecchia con la Fermana -. La cosa importante è affrontare l’impegno con la giusta mentalità e trovare il modo di ritornare a casa con un risultato positivo”.

Già, un’eventuale terza sconfitta consecutiva non sarebbe il modo migliore di preparare il posticipo al Bottecchia di lunedì 12 novembre con la Triestina (20.45) in diretta Raisport.

Tornando al match odierno facciamo notare che il pubblico del Riviera delle Palme è sempre caldo, nonostante la situazione non proprio brillante della Samba (quart’ultimo posto con 7 punti, undici meno dei ramarri, una sola vittoria). “Il tifo aiuta – commenta l’Attilio -, il nostro ci ha aiutato tanto, ma in campo scendono i giocatori”. Prima di concludere Tesser ci tiene a sottolineare il ritorno di Misuraca.

“Non potrò utilizzarlo – precisa -, ma per lui e per noi è importante che faccia parte del gruppo”.