Pordenone Calcio: Ramarri al lavoro. Rientrati Chiaretti e Barison

13.11.2019 08:41 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Dario Perosa - Gazzettino di Pordenone
Pordenone Calcio: Ramarri al lavoro. Rientrati Chiaretti e Barison

Hanno ripreso ad allenarsi ieri i ramarri sotto la pioggia sul sintetico del De Marchi. Tutti a disposizione di Tesser anche Chiaretti e Barison.

E’ già forte l’attesa per il big match del 23 novembre alla Dacia Arena (inizio alle 15)con il Perugia che condivide con i ramarri (e il Pescara) il quarto posto in graduatoria a quota 19.

In realtà quella di serie B dopo le prime dodici giornate è una classifica molto corta. Alle spalle della capolista Benevento di Pippo Inzaghi che ha sin qui incassato 25 punti e del Crotone (21) che se il campionato fosse finito oggi sarebbero già direttamente in serie A, ci sono ben dodici squadre nello spazio di appena 4 punti a contendersi i sei posti (dal terzo all’ottavo) che danno accesso ai playoff. A quota 20 infatti si trova il Cittadella, seguito a una lunghezza dal trittico che comprende anche il Pordenone, a due dalla coppia formata da Chievo e Salernitana, a tre da Frosinone, Empoli e Ascoli e a quattro da Venezia, Pisa ed Entella. Una situazione di estremo equilibrio che non consente distrazioni perché sotto di questo gruppone già si respira aria da playout. Non possono ovviamente essere contente di questa situazione le formazioni che sulla carta avrebbero dovuto dominare il torneo. A farne le spese, come sempre, sono gli allenatori. E’ di ieri la notizia dell’esonero di Cristian Bucchi. L’ormai ex tecnico dell’Empoli paga l’andamento lento dei toscani che negli ultimi sei turni hanno incassato solo 3 punti. Del resto le difficoltà di Bucchi a farsi capire dai suoi uomini erano emerse chiare anche nel match di inizio ottobre perso (0-2) alla Dacia Arena proprio con il Pordenone. E’ il secondo tecnico che salta in questo primo terzo di campionato. Lo aveva preceduto infatti Massimo Rastelli, tagliato dalla Cremonese per far posto a Marco Baroni. Altre panchine però sono apparse traballanti in questo inizio di campionato, fra le quali alcune occupate anche da nomi illustri quali quello di Alessandro Nesta già in discussione dopo la batosta (0-3) subita all’esordio contro i ramarri. Panca rinsaldata dopo i 7 punti conquistati dai ciociari nelle ultime tre giornate (3-0 col Trapani, 0-0 al Tombolato col Cittadella e 2-0 con il Chievo). Da questo punto di vista Pordenone sta vivendo un momento idilliaco. Al De Marchi infatti si dibatte solamente su chi abbia il merito maggiore dell’exploit neroverde fra le doti organizzative della società e l’indubbia capacità di Tesser (premiato al Gran galà dello Sport Triveneto quale miglior allenatore della passata stagione) di plasmare anche in serie B una squadra equilibrata a sua immagine e somiglianza.