Pordenone Calcio: Ramarri incerottati ad Imola

07.10.2018 09:10 di Redazione TuttoPordenone  articolo letto 404 volte
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri incerottati ad Imola

Alle scontate assenze di Misuraca e Germinale si sono aggiunti ieri i dubbi sulla possibilità di utilizzare questo pomeriggio (18.30) al Romeo Galli anche Barison (febbricitante per una forma influenzale) e Gavazzi (leggera distorsione alla caviglia in allenamento).

Il tecnico attenderà le ore immediatamente precedenti l’inizio del match per decisere se utilizzarli o meno.

La possibile formazione anti-Imolese deve quindi necessariamente contenere qualche parentesi. Nessun dubbio su Bindi guardiano fra i pali. Esterni in difesa saranno De Agostini e Semenzato. A fianco di Stefani, se Barison non ce la farà, ritornerà Bassoli. A centrocampo con Burrai e Bombagi, qualora Gavazzi dia forfeit, dovrebbe esserci Damian. In alternativa Tesser potrebbe decidere di arretrare in mediana Ciurria che altrimenti occuperebbe il suo nuovo ruolo di trequartista alle spalle della coppia di centravanti formata da Magnaghi e Candellone.

“Sono problemi – scuote la testa Attilio Tesser – che riducono ulteriormente la possibilità di scegliere, di fare turnover e soprattutto di cambiare la situazione in corsa qualora necessario”.

L’Attilio sottolinea spesso la ristrettezza della rosa neroverde. Domani a tale proposito verrà discussa la posizione di Luca Bruno, difensore classe ’96, l'anno scorso in forza alla Pro Vercelli, che da qualche giorno si sta allenando con i ramarri.

“In verità – ha specificato Tesser – è un centrale, mentre noi cerchiamo un esterno mancino, ma Luca può essere adattato anche a sinistra. A inizio settimana decideremo se tesserarlo o meno”.

Tesser non ha mancato di lanciare un messaggio chiaro alla società.

“Forse oggi qualcuna delle grandi sta indietro in classifica, ma – ha avvisato – alla fine, come succede sempre, verranno fuori quelle che hanno organici di qualità e roster lunghi, attrezzate per reagire a infortuni, squalifiche e possibili cali di forma”.

ENTUSIAMO DA NEOPROMOSSA – La situazione in infermeria e il ruolino di marcia dell’Imolese aumentano la già consolidata prudenza del tecnico di Montebelluna.

“Affronteremo – avvisa infatti – una squadra ancora carica d’entusiasmo per la promozione in serie C. Un propellente che ha permesso ai rossoblu di incassare 6 punti nelle prime quattro giornate conservando l’imbattibilità. Inoltre i ragazzi di Dionisi (schierati a Fano con il 4-3-1-2 tanto caro anche a Tesser, ndr) sono propositivi e cercano sempre di imporre il proprio gioco. Davanti ci sono ragazzi interessanti come De Marchi, Rossetti, Lanini e Giovinco che possono mettere in campo molta qualità. Non sarà – prevede l’Attilio – una gara facile”.

Arbitrerà la sfida il signor Daniele Rutella di Enna (Santi e Lenza i collaboratori).