Pordenone Calcio: Ramarri promossi da Tesser

12.11.2019 09:05 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Dario Perosa - Gazzettino di Pordenone
Pordenone Calcio: Ramarri promossi da Tesser

La pausa per gli impegni delle nazionali giunge a proposito per fare un primo bilancio di quanto fatto dal Pordenone nelle prime dodici gare di campionato. Un bilancio più che positivo se compariamo le dichiarazioni rilasciate dalla dirigenza neroverde alla vigilia dell’inizio del campionato (“La salvezza sarebbe quasi un miracolo per questa prima, storica, annata in serie B”) e l’attuale posizione dei ramarri che condividono il quarto posto con Pescara e Perugia a quota 19, in piena zona playoff, con una sola lunghezza di ritardo dal Cittadella che occupa il terzo posto e due dalla seconda piazza che vale la promozione diretta in serie A, sulla quale attualmente si trova il Crotone.

I neroverdi hanno iniziato la nuova avventura in cadetteria alla grande strapazzando (3-0) il Frosinone di Alessandro Nesta alla Dacia Arena. L’entusiasmo di un esordio così scoppiettante veniva però smorzato subito dalla sconfitta, esageratamente pesante (2-4) per quanto visto sul campo, subita all’Adriatico di Pescara. De Agostini e compagni si sono rifatti subito battendo ancora in casa lo Spezia (1-0). Seconda vittoria consecutiva davanti al popolo neroverde che cominciava così a soprannominare “fortino” la Dacia. Alle soddisfazioni casalinghe seguiva però un’altra battuta d’arresto a Livorno (1-2), favorendo l’ipotesi di un ramarro col mal da trasferta. Nel turno successivo il calendario proponeva il confronto con l’allora capolista Benevento di Pippo Inzaghi, fermata sull’1-1. Risultato che confermava la rapida maturità raggiunta dalla matricola guidata da Attilio Tesser. Eroico il pareggio successivo (1-1) al Bentegodi di Verona con il Chievo, ottenuto nonostante l’ultima mezzora giocata in doppia inferiorità numerica per le espulsioni di Strizzolo e Chiaretti. Nel match a seguire di inizio ottobre i ramarri facevano nuovamente valere la legge della Dacia battendo l’Empoli per 2-0. Con la sfida coi toscani si chiudeva il terribile ciclo iniziale che aveva messo i neroverdi a confronto con squadre date per favorite alla corsa verso la promozione in serie A o in alternativa a un buon piazzamento nella griglia playoff. Il confronto a Castellamare di Stabia con la Juve in difficoltà (già battuta 3-0 cinque mesi prima in Supercoppa di Serie C) sembrava ideale per gonfiare ulteriormente le accresciute ambizioni neroverdi. Arrivò invece un nuovo pesante 2-4 che finì però per rivelarsi utile a riportare tutti con i piedi per terra e in particolare alla squadra che, strigliata a dovere da mister Tesser, ha ripreso poi a giocare con lo spirito giusto. Nei successivi tre turni infatti i ramarri incassavano quei sette punti che li spinsero sino al terzo posto a un passo dalla piazza d’onore che vale la promozione diretta. Trittico composto dal pareggio (0-0) con un Cittadella in forte crescita (ora terzo) e dalle vittorie a Venezia (2-1) nel derby tuttoneroverde e col Trapani (2-1). Sabato scorso infine Strizzolo (autore di uno splendido gol in rovesciata) e compagni hanno portato a casa da Chiavari un pareggio (1-1 con la Virtus Entella) tutto sommato avaro, ma utile a prolungare la serie positiva e a trascorrere in serenità la pausa. 

Complessivamente quindi la matricola neroverde nelle prime dodici gare di serie B ha ottenuto cinque vittorie, quattro pareggi e tre sconfitte, realizzato 18 gol e subito 15.

“Un bilancio decisamente positivo – Tesser promuove i suoi ramarri –. La cosa che abbiamo imparato in questo primo terzo di stagione è che possiamo stare bene anche in serie B dopo esserci fatti valere la scorsa stagione in terza serie. Non posso – ha concluso il tecnico con malcelata soddisfazione – che fare un plauso a tutti i componenti della nostra rosa”.