Pordenone Calcio: Ramarri pronti per la sfida alla capolista Empoli

05.10.2019 09:37 di Redazione TuttoPordenone   Vedi letture
Fonte: Il Gazzettino di Pordenone - Dario Perosa
Pordenone Calcio: Ramarri pronti per la sfida alla capolista Empoli

Il calendario della settima giornata regala questo pomeriggio ai ramarri e ai loro tifosi la supersfida con la capolista Empoli prima della pausa per gli impegni delle nazionali. Sarà un match (inizio alle 15) ad alta intensità emotiva che concluderà il ciclo terribile dei neroverdi in questo avvio della loro prima stagione in serie B. De Agostini e compagni hanno retto l’urto della nuova categoria e del riconosciuto valore di avversarie quali Frosinone (3-0), Pescara (2-4), Spezia (1-0), Livorno (1-2), Benevento (1-1) e Chievo (1-1). Nessuno alla vigilia poteva ipotizzare che la matricola incassasse 8 punti dai confronti con quasi tutte le formazioni pronosticate come autorevoli aspiranti alla promozione in serie A. La sfida di oggi con l’Empoli (14 punti), qualora finisse in maniera positiva, potrebbe addirittura aprire prospettive nemmeno immaginabili lo scorso agosto. Dopo la pausa infatti comincerà un percorso sulla carta in discesa che inizierà sabato 19 ottobre a Castellamare di Stabia contro la Juve attuale fanalino di coda. Attilio Tesser ovviamente non guarda così lontano. La sua attenzione è tutta catturata dal confronto con la capolista che, oltre a tutto, il suo Pordenone dovrà affrontare senza l’apporto di Bindi (operato a un ginocchio), Strizzolo e Chiaretti (squalificati).

“Sarà per noi – inizia il tecnico neroverde – una sorta di esame di maturità contro una formazione abituata ai campionati di primo e secondo livello”.

L’Empoli, fondata nel 1920 proprio come il Pordenone, al contrario dei ramarri alla loro prima esperienza in cadetteria, può vantare infatti la partecipazione a 13 campionati di A (dalla quale è retrocessa al termine della scorsa stagione) e 21 di B.

“L’Empoli – evidenzia Tesser – ha vinto quattro delle sei gare disputate sin qui e pareggiato le altre due; si avvale di difensori di grande esperienza con esterni molto propositivi, centrocampisti di qualità come Stulac, Dezi e Frattesi e attaccanti molto dinamici, sempre ai vertici della classifica marcatori come Mancuso e Moreo”.

Elencati i pregi indiscutibili dei toscani, l’Attilio passa a spiegare come dovranno comportarsi i suoi.

“Con la solita umiltà – ha sorriso – unita alla fiducia nei mezzi già esibiti in questo avvio di stagione”.

Ad accrescere il grado di difficoltà della sfida in programma domani sono arrivare in settimana le squalifiche di Strizzolo e Chiaretti, figlie delle espulsioni piuttosto contestate decretate dal signor Massimi nel match al Bentegodi con il Chievo. Si tratta di due fra gli elementi più in forma nel clan neroverde, fra l’altro autori rispettivamente del gol e del traversone che avevano permesso ai ramarri di portarsi momentaneamente in vantaggio con il Chievo.

“Già – annuisce Tesser -, un vero peccato, ma non mi sono lamentato al Bentegodi e non lo farò oggi. Chi andrà in campo saprà sostituirli con efficacia”.

I candidati dovrebbero essere Ciurria che formerà la coppia d’attacco con il confermato Monachello e Gavazzi, già impiegato nel ruolo da trequartista. Il centrocampo sarà formato da Burrai che avrà ai suoi fianchi il rientrante Pobega e uno fra Mazzocco e Misuraca. In difesa c’è il dubbio Barison (non al meglio). Se il terzino bomber non ce la farà sarà Bassoli a formare la coppia centrale con il rientrante Camporese. Esterni saranno Almici e De Agostini con Di Gregorio fra i pali.

Arbitrerà la sfida il signor Maggioni di Lecco coadiuvato dagli assistenti Robilotta e Scarpa e dal quarto uomo sarà Minelli. La biglietteria della Dacia aprirà alle 12.30, i cancelli alle 13.30.